Morte del partner: come comportarsi?

Davanti alla morte di una persona amata rimaniamo scioccati e si viene  a creare un vuoto nella nostra vita. Anche se abbiamo avuto del tempo per prepararci psicologicamente e mentalmente  al momento della separazione c’è sempre un bagliore di speranza di guarigione accanto al presentimento. Il confronto diretto con la morte è un’esperienza dolorosa e  irrevocabile che porta molte persone a vivere una grave crisi esistenziale.

Cosa cambia con la perdita del partner?

Tutto quello che condividevi con il partner ora spetta a te: la cura e l’educazione dei figlio, l’economia della casa, risolvere e far fronte a situazioni difficili e sopportare le gioie e i dolori.
Come andare avanti? Ti senti abbandonato? Non puoi parlare con nessuno di ciò che stai vivendo? Mille sentimenti e domande ti piombano addosso.
Non hai solo perso il tuo partner ma anche il/la tuo/a migliore amico/a, il tuo amante e compagno di vita, forse il padre dei tuoi figli o il tuo sostegno. Il tuo status sociale cambia. Sei vedovo/a o single.
Con la morte di tuo marito muore anche il tuo ruolo di moglie, partner, amata, ragazza. E forse lo hai anche sperimentato sui volti di familiari e gli amici che dopo la morte improvvisa di un coniuge, non riescono ad affrontare il lutto. E perdi la stabilità a cui eri abituato/a.

Quattro passi per affrontare il dolore

Dopo una perdita tutti gli sforzi comuni si perdono nel vuoto. I pensieri che si concentrano sul tuo partner scomparso non hanno senso. Imparerai a vivere senza il tuo partner e scoprirai che puoi vivere una vita diversa da quella passata. Per superare il dolore e la perdita con i nostri 4 passi ci vuole esperienza.

Primo passo: Accettare la perdita di un partner come un fatto irrevocabile. Rendetevi conto che nessuno può riportare la persona amata indietro.. Un rituale nel dire addio può aiutare il processo .Cerca un oggetto che simboleggia il vostro partner o il vostro rapporto – una pietra, una foto, una figura – e mettilo in una scatola in una posizione di vostra scelta , in modo da simboleggiare la vostra disponibilità per il cambiamento e il rinnovamento.

Secondo passo: Accetta la tristezza e dolore, e tutti i tuoi sentimenti, che provi per la morte del partner. Esprimili nella danza, nella pittura, per iscritto. Lavora con il colore nero, con la terra, argilla e acqua. Permetti a te stesso di far uscire la rabbia- forse nella natura, dove non nessuno ti sente. Il dolore viene vissuto consapevolmente e sofferto. Solo esso può trasformarsi in una nuova forza. Aumenta le attività che rendono il dolore più sopportabile. Lavora contro te stesso.

Terzo passo: Costruisci una nuova vita senza un partner. Esplora e scopri le tue potenzialità.

Sorprendi te stesso e il tuo ambiente con un nuovo ruolo, con competenze appena apprese. Fidati di te stesso nel prendere il ruolo e le funzioni del tuo partner defunto; considerala una sfida per crescere. Evita affermazioni del tipo “nessuno mi aiuta” o “a nessuno importa di me,” perché con queste costruisci muri spessi intorno a te isolandoti  dagli altri.

Quarto passo: Apriti ad altre persone. Ciò è possibile solo se hai risolto emotivamente il tuo vecchio rapporto. Non tormentarti e non provare sensi di colpa. Fai affidamento su altre persone o gruppi di auto aiuto e ottieni il supporto necessario. Formula il tuo bisogno di conversazione, di vicinanza o di supporto, e imparerai che è possibile sviluppare nuove amicizie e relazioni su nuove basi.

Una nuova prospettiva di vita

Con il passare del tempo riuscirai a costruire una nuova vita senza il tuo partner, farai progressi e regressi. In ogni caso non ti abbattere mai! Ogni esperienza contribuisce alla tua crescita e ti da forza per aprire una nuova strada e scoprire di nuovo la gioia di vivere. Riconosci l’opportunità di entrare in contatto con le tue forze e di renderti conto delle tue potenzialità. Con il tempo scoprirai che hai superato la perdita e sarai pronto ad una nuova vita ed una nuova prospettiva.

 

Comments

  1. Laura  November 8, 2017

    Ho perso mio marito in agosto, a soli 34 anni, dopo 14 anni insieme e neanche due anni di matrimonio. Eera il mio migliore amico, l’amore della mia vita, il mio sorriso. Durante il suo calvario ero incinta di nostra figlia e lui ha potuto conoscerla solo per 4 mesi. Non ci sono scorciatoie, il dolore va vissuto fino in fondo e non allontanato. A chi ha perso o sta perdendo l’amore della sua vita mi sento di dire che noi tutti abbiamo il dovere di andare avanti per chi non ce l’ha fatta. Godere della vita che per loro è stata interrotta, cercare una via positiva per superare la perdita. E orribile dirlo, ma la vita è più forte di tutto e chi ci lascia lo fa sperando che per noi ci siano ancora gioie e amore. Io per fortuna ho la mia piccola, vado avanti col sorriso per lei e per le persone che mi vogliono bene.

    reply
  2. Franco  October 16, 2017

    Cara Stefania sono Franco ho letto che anche tu il 31 maggio ai perso il tuo compagno non so come tela stai cavado immagino malissimo ma purtroppo ci dobbiamo rassegnare anch’io sono messo come te tutti i giorni ché passano è sempre peggio e mi rendo conto ché la vita senza la persona ami non ha più senso comunque ci dobbiamo farci coraggio anche se non è facile un abbraccio Franco

    reply
  3. Margherita  September 16, 2017

    Sono Margherita. In giugno ho perso mio marito. Eravamo sposati da 41 anni, senza figli, vivevamo in simbiosi. Era andato in pensione da 1 anno e avevamo fatto tanti progetti per la nostra vecchiaia. Tutto è finito in 2 mesi per un terribile male. Non sono riuscita neppure a dirle addio e questo mi sta distruggendo da 3 mesi. Dicono che sono una donna forte, ma in questo momento mi sento terribilmente fragile, vuota. Al solo pronunciare il suo nome le lacrime cominciano a scorrere, anche in questo momento. Quando terminerà questo dolore, quando.

    reply
  4. Sara  August 20, 2017

    Mi unisco anche io ai vostri racconti. Ho perso mio marito a soli 40 anni, mi ha lasciata sola con due bimbi splendidi senza un perché!! La mia rabbia…potevamo essere felicissimi, un posto di lavoro, casa, salute, figli e invece no. Sì è sparato un colpo di pistola in testa , traumatizzando me e i bimbi per sempre! Come si può affrontare una simile tragedia, una vigliaccata, un gesto egoistico del genere.. neppure gli psicologi sanno cosa dire, sto solo buttando soldi.
    Lo adoravo era uno splendido ragazzo, era tutto per me. E ora la feroce solitudine da affrontare, crescere i bimbi senza sorridere…e la mia rabbia infinita, sofferenza evitabile.. perché perché!

    reply
  5. Roberto  August 14, 2017

    L’ho vista, un attimo ed ho compreso: era la Vita. Avevo 38 anni , nulla poteva separarci, impossibile: forse siamo venuti su questa terra perche’ eravamo una persona sola.
    10 anni di patologia ben vissuti( avrei voluto stare nel suo animo, sempre dolce e schivo ).
    poi….
    Da 13 anni non vedo piu’ la BELLEZZA che Lei incarnava: vado avanti…ma non vivo…che banalita”. Lei era la VITA

    reply
  6. Franco  July 24, 2017

    Ho perso la tanto amata moglie motra di tumore me là portata via in 2 mesi forse sè c’è un Dio in quel momento era assente non riesco più a concludere niente perché non ho più la mia cara moglie perme’ la vita non ha più senso sarebbe stato meglio che fossi morto anch’io adesso la vita è inutile non so più quella che faccio è per chi lo faccio

    reply
    • Stefania  August 4, 2017

      Caro Franco sono Stefania, anche io ho perso il mio compagno il 31 maggio e non riesco in nessun modo a rassegnarmi. Era la persona più importante della mia vita, il mio amore, eravamo una cosa sola. Quanto mi manca vorrei morire. Il vuoto, la solitudine, la tristezza che sento sono enormi. Ti abbraccio tanto. Ho tanto bisogno di condividere questo dolore con chi lo sta vivendo come me.

    • Enzo  August 28, 2017

      Franco, ho le tue stesse sensazioni,mia moglie e’ mancata in agosto dopo un anno di terribili sofferenze. Sono sempre stato con lei, e’ l’unica cosa che mi consola.
      32 anni insieme, indivisibili.

    • Liliana  September 11, 2017

      Ti capisco…anch’io ho perso mio marito e sono rimasta con due splendidi bambini.La mia vita è cambiata completamente ma devo andare avanti.E più di un anno che non mi curo,mi manca da morire…

  7. Vincenzo  February 11, 2017

    La mia adorata Rosalie se ne è andata dopo olre 50 anni di matrimonio. Aveva 76 anni poteva ancora vivere se non me l’avesse portata via Dio stesso così come me l’aveva data perchè l’amassi, l’adorassi e ne avessi avuto cura. La sua vita è stata piano piano consumata dal morodi alzaimer, che negli ultimi quattro cinque anni si è accentuato, gradualmente . Il dolore che entrambe proviamo in questi casi è immenso perche’ lei sapeva che mi avrebbe lasciato ed io sapevo che lei sapeva ciò. . Così quando se ne è andata nel mio cuore, nella mia anima, nella mia mente è rimasto anche il suo personale dolore durato diversi anni di questi ultimi di vita trascorsa insieme perchè appunto sapeva che mi stava lasciando solo. L’agonia, divora uno dei coniugi ma li fa soffrire entrambe sino quando uno dei due se ne va. L’altro coniuge resta con un doppio dolore. Con il suo dolore più quello lasciatogli dal coniuge.

    reply
    • Lina  June 2, 2017

      Sono tutte belle parole e frasi fatte, dopo la morte del mio amato compagno, è sono quasi passati due anni, anche se la vita ti travolge, nulla per me è cambiato.
      E sopratutto non voglio che lui, o meglio il suo ricordo nella mia vita quotidiana affievolisca, non si supera, è la morte.

  8. Manuela  February 8, 2017

    In gennaio ho perso l uomo con cui avrei voluto invecchiare insieme.
    Un immersione nel lago un malore e nonostante la sua lotta nel riemergere nn è riuscito.le acque che tanto amava lo hanno portato con sé . 3 anni insieme pochi troppo pochi.era stupendo dolce mi adora.. E Dio me lo ha preso. Perché ha rivolto il suo angelo? Sono disperata , piano sempre e dovunque. Odio anche la piscina che ci ha fatto incontrare. 48 anni !! Nn si può! Prego.Dio che mi aiuti ma sono arrabbiata con Dio con Stefano comma vita crudele. Nn so cosa fare piango e nn riesco a far altro. Mi manca.

    reply
    • Stefania  June 22, 2017

      Buona sera a tutti. Mi chiamo Stefania ho 38 anni e in maggio ho perso il mio compagno. Mi sento così triste, sola, vuota. Lui era il mio mondo. Non mi sembra ancora vero che se ne sia andato. Niente ha più senso. Avevamo tanti progetti che non si potranno più realizzare. Mi sembra di impazzire. Lui non c’è più. Niente sarà più come prima.

    • Vittorio  August 11, 2017

      Si è dura. Ha differenza di prima inizia ad amare te stessa con tutte le forze, cosi riuscirai ad amare lui in un dolce ricordo che ti accompagnerà per sempre.

    • Sabry  August 25, 2017

      Ciao..anche io ho perso l’uomo che amavo…sono due anni che e’ morto…è andato in cielo il giorno del mio compleanno..è veramente terribile :(

  9. angelo  December 18, 2016

    a giugno se ne è andata con la speranza di guarire, è calato il buio sulla mia vita, il suo sangue era il mio sangue, la sua vita era la mia vita, il suo dolore era il mio dolore, ora si spenta la luce, e son qui che brancolo al buio come un morto vivente.

    reply
    • Ilaria  January 8, 2017

      Anch’io ho perso mio marito un anno fa in 6 ore per colpa di un’emorragia cerebrale venuta in seguito a leucemia ,che non sapevamo avesse. Aveva 41 anni. È stata una cosa terribile, mi sembra ancora adesso impossibile. Ora ho 41 anni, due gemelli di 10 anni. Vorrei tanto rifarmi una vita con un’altra persona, sento di poter amare ancora. Lui rimarrà sempre nel mio cuore.

  10. Silvia  December 17, 2016

    Ciao sono Silvia…sposata da sette anni.senza figli.mio marito e venuto a mancare una settimana fa.avevabun tumore e dopo un duro anno di lotta ha vinto il tumore pur avendo 37anni.vorrei solo inseguirlo xche tutti i sogni che avevamo non si realizzeranno mai piu.s ono disperata

    reply
    • Giuseppe  December 26, 2016

      Ciao Silvia, sono Giuseppe. Anche io sto vivendo la tua stessa situazione, la mia dolce Valeria è mancata a settembre a causa di una brutta malattia. L’unica cosa che mi sento di dirti (e di dire a me stesso) è che loro avrebbero voluto vivere la vita ma non gli è stato permesso. Dobbiamo quindi cercare di non sprecare l’occasione e di assecondare la loro volontà proprio vivendo la vita. So che non è facile ma io voglio provarci. Ti auguro il meglio per il tuo futuro

    • Raffaella  January 16, 2017

      Ciao Silvia,ti capisco. Io ho perso mio marito un anno fa. In un mese è mancato con un male incurabile.
      È difficile dare consigli in questi casi.
      Io ho appena terminato di piangere,pensa.
      Mi manca ogni cosa di Fabio! Era la mia fortezza…la mia famiglia…l’uomo che mi amava incondizionatamente…
      Ora mi sono rimasti i nostri due cagnolini…due carlini che lui non vedrà mai crescere…
      Fabio mi mancherà sempre…
      Ti posso solo dire che ti capisco..un abbraccio!Raffaella

    • miriam  April 4, 2017

      Dopo un anno e mezzo a lottare a febbraio il mio ragazzo mi ha lasciato..inaspettatamente..Aveva un linfoma ma sembrava fossimo quasi arrivati alla fine della incubo mancava solo l autotrapianto..E invece il male è tornato il dietro come in boomerang e in meno di due mesi me l ha portato via..avevamo già progettato per l estate di prendere casa sposarci e avere un figlio..E invece. .Sono rimasta sola con sogni e progetti che non si possono realizzare..Non vedo la luce..Ho visto il mio futuro la mia vita andarsene sotto gli occhi..svanire tra le mie mani..Non sento oiu niente..solo un angoscia e un dolore incessante..So che tanti trovano la forza per l amore dei figli..E io?a cosa mi aggrappo?lui era il mio mondo..La sera prima mi aveva fatto promettere che saremo stati insieme per sempre..Forse se lo sentiva..Vorrei solo raggiungerlo..Il pensiero di farla finita è forte…

  11. stefy  December 11, 2016

    ciao,2 settimane fa ho perso il mio compagno,il mio “sole” lo chiamavo io,sembra che Dio prima di togliermelo avesse voluto farmi conoscere l’amore incondizionato,la generosità,la protezione e tutto ciò che non ho mai avuto da un uomo,ero felice…..un infarto ha ucciso lui e me…….da come mi sento spero che questi anni volino presto per poterlo raggiungere ,niente ha piu’ senso senza lui……..ho 40 anni con la fortuna che ho morirò a 100

    reply
    • Giuseppe  December 26, 2016

      Ciao Stefy, penso di capire come ti senti perchè 3 mesi fa è mancata anche la mia compagna, dopo un difficile percorso di malattia. Come ho già scritto anche ad un’altra ragazza, dobbiamo cercare di vivere la vita cmq perchè loro volevano la vita. Non dobbiamo sprecare l’occasione. Mi raccomando. Un grande in bocca al lupo

    • Lau  January 6, 2017

      Stefy. Pare di leggere la mia storia.

    • Raffaella  January 16, 2017

      Ti capisco carissima anima!
      Tu che come me credi in Dio..
      Solo Lui comprende il nostro dolore…Mio marito Fabio era esattamente come descrivi tu il tuo…
      Fabio è mancato in un mese un anno fa..e io sono morta dentro con lui!
      Comprendo il tuo dolore…Raffaella

    • fra  February 4, 2017

      ciao,
      io la penso esattamente come te. ho perso mio marito nove mesi fa aveva 39 anni, unico motivo di mia vita. mi manca piu’ dell’aria che respiro. non abbiamo figli, io volevo solo lui , ma qualcuno ha deciso che non doveva piu’ essere cosi. aspetto solo di raggiungerlo ma come te credo che vivro’ cent’anni …sono condannata a questa vita che non capisco e non voglio. non me la tolgo solo perche’ penso che non e’ quella la strada per rivederlo. ma questa vita per me non e’ piu’ vita. e’ un incubo giornaliero.

    • Nadia  March 5, 2017

      Ciao Stefy, sono Nadia. Sembra che sia stata io a parlare con le tue parole… Anche io il 6 gennaio 2017 ho perso il “SOLE” della mia vita… Tutti i giorni lo prego di portarmi con lui… Aveva 53 anni e un infarto me lo ha portato via. Tutte le sere vado a letto contenta perché il giorno appena trascorso e’ uno in meno che mi separa dal momento che mi porterà da lui. Lo amerò per tutta la vita…… Anche oltre. Un abbraccio. Nadia

    • Donatella  March 29, 2017

      Ciao stefy ho perso Claudio in marzo per un embolo post operatorio.
      Mio marito era la mia vita ora è finito tutto.
      Sapevamo che a 57 anni non poteva durare ancora molto ma non cosi non ho avuto il tempo di salutarlo.
      Spero di vederlo ancora ogni giorno.

    • Nicola  April 14, 2017

      Ciao, Stefy anche io ho perso l’amore della mia vita, pesa che lei mi diceva <>. Purtroppo quel giorno è arrivato troppo presto a poco più di 40 anni mi ha lasciato dopo 5 anni di lotta, era orgogliosa e coraggiosa ma abbiamo perso. Mi manca tutto, le carezze i baci, l’amore; la vita ha deciso per me, se un giorno vorrà darmi qualche altra gioia me la prenderò, altrimenti va bene così. Non possiamo farci niente, ti abbraccio forte.

    • Lorenza  June 19, 2017

      Ciao Stefy.sono Lorenza. 3 settimane fa ho perso il mio compagno,amico,fidanzato,amante…. il mio tutto! Eravamo una cosa sola…. sentimenti indescrivibili… che oggi sono convinta di non aver provato nemmeno con il padre dei miei figli!
      L’ho perso in un istante…. caduto dal secondo piano … Ho un vuoto che non riesco a colmare,mi faccio forza xché ho due bambini che hanno bisogno di me…. Ma lui è in ogni mio singolo respiro 😇😢

    • Vittorio  August 11, 2017

      Ciao, cerca di vivere con orgoglio la tua vita, e cerca di essere padrona dei tuoi pensieri. tuo marito rimane in vita sulla terra grazie a te e il tuo amore.

  12. Biljana  December 6, 2016

    Salve a tutti mi chiamo Biliana
    Mio marito e morto in agosto e davvero mi manca la terra sotto i piedi oni momento della giornata e rivolto a lui e i pensieri continua e continua Angoscia che non riesco a non provare specialmente se sei da solo che nona ne Sun altro e non c’è maniera di farla smettere mi dispiace per tutti che stano programmando cielo che provi io.

    reply
    • Vittorio  August 11, 2017

      Ciao anche io ho perso mia moglie, non mi va di fare i soliti discorsi. Ma una cosa è vera ; sono padrone di pensare a lei quando voglio, di provare nostalgia, di amarla ancora in maniera costante.Questo è il mio modo di continuare ad amarla e sono sicuro che sarà per sempre, nessuna malattia me la toglierà più, nessuno lo può impedire, è un filo che ci unisce piu duro dell’acciao.Cosi saremo per sempre vicini ed invincibili.

  13. Mauro  December 4, 2016

    Penso che in seguito alla recente scomparsa del mio immenso amore, mi farebbe molto bene, avere l’opportunità di parlare con voi che avete perso la persona amata. Un abbraccio a tutti! Mauro

    reply
  14. Mariella  December 3, 2016

    Invece mio marito si é tolto la vita in luglio e mi ha lasciato con bimbo di 4anni. Sono morta anche io con lui. Non tornerâ mai più e il pensiero mi sta lacerando. La nostra vita era lui.

    reply
    • Addolorato  December 10, 2016

      Che vigliacco. Cancella ogni ricordo di lui da subito. Non merita alcuna lacrima… abbandonare così una donna ed un bambino in tenera età. Rifatti una nuova vita… che sia un uomo vero e che ti sappia amare ed apprezzare in ogni momento della giornata. Abbi fiducia e sorridi alla vita amando la tua creatura. Un grande, grande in bocca al lupo.

    • Beatrice  January 26, 2017

      Mio marito, una settimana fa si è tolto la vita.
      Sto attualmente vivendo un film dell’orrore con sensi di colpa che mi divorano l’anima. Mi strapperei il cuore per il dolore lacerante e immenso che questo suo folle gesto.
      Mi ha abbandonata con un figlio di 10 anni e mezzo, autistico è una bimba di 4 anni e mezzo.
      Ma come si puó? Mi manca come l’aria che respiro ma lo odio allo stesso tempo, sono stremata, vorrei addormentarmi per sempre.

  15. antonino  November 8, 2016

    Ho appena perso mia moglie, appena cinque giorni fà, aveva 66 anni, per una infezione causata dal pace-maker che La doveva salvaguardare….. non ho il coraggio di suicidarmi…. il dolore che provo è immenso, quasi tangibile, sono disperato. siamo stati insieme 37 anni.

    reply
  16. Fafi  November 1, 2016

    Il mio Amore se n è andato due mesi fa, dopo tre mesi di malattia – tumore al pancreas -. Lui è tutto per me e resterà sempre. È mio marito, bambino, padre, compagno di una vita. Siamo cresciuti insieme e insieme abbiamo costruito le nostre vite anche lavorative . Mi manca da morire e non ho parole. A volte sono consapevole del suo decesso, a volte non voglio credere che se ne sia andato, così all improvviso. Troppo veloce questa malattia. Operato a Verona con tante speranze, giorni difficili a casa e ricoveri all ospedale per gravi setticemie. Ora giorni tetri, nebbiosi, giorni di rassegnazione, momenti continui alla ricerca di ricordi che ho paura dimenticare, la nostra vita insieme. I suoi abbracci teneri, forti, amorosi.Quello che mi dilania è pensare al modo , lui era sportivo, splendido, forte, capace, generoso, attivo, curioso. Amo tutto di lui. Era la mia locomotiva e io il suo carbone. Quanta tenerezza…..quanta impotenza. Ora imiei occhi non vedono più i colori e il mio cuore non sente più le sensazioni. Mi lascio vivere e spero che lui sia vicino a me, a nostro figlio. Ti prego Amore resta qui ancora un poco, abbi pazienza tu ora. Ho bisogno di te. Se mi ascolti , se mi leggi ovunque tu sia, stammi vicino. Abbiamo tanti fogli di calendario da staccare insieme . Ti amo tanto.

    reply
    • Vittorio  August 11, 2017

      Ciao, Fafi abbi fede in lui, trasforma questa tua sofferenza in una carica di energie. Leggendo quello che srcivi capisco che sei molto innamorata. E’ dura lo so perchè lo sò ma adesso dopo 8 mesi, mi sento di onorare mia moglie per quello che è stata e per l’amore che mi ha rivolto per 26 anni.Se mi indebolisco divento io il problema di me stesso, non voglio essere egoista voglio stare “bene” per potermi rivolgere a lei in maniera lucida come quando era in vita.

  17. Nico  October 20, 2016

    Ciao a tutti , spero di ricevere una risposta . Ho conosciuto una donna , dolce , brava , preparata .. pensavo di poter intraprendere in qualcosa oltre l’amicizia .. una relazione .. ma il problema e’ venuto su … lei ha perso il marito da oltre 4 anni e .. nell’avere o amare un altro uomo .. pensa di tradire suo marito morto .. le ho chiesto perche’ non va da uno psico terapeuta o di avere intorno a se amicizie ecc .. lavora anche .. ma per ora .. mi dice NO non voglio perche’ mi punira’ se lo tradisco .. Vorrei tanto farla uscire da questa tana cui si e’ conficcata .. ma non so come farla riprendsere a VIVERE .. un aiuto !!

    reply
    • luca  January 23, 2017

      Ci sono tante donne e tanti uomini che purtroppe dopo che hanno perso il partner non si mettono piu con nessun’altor/a per sempre o almeno per tantissimo tempo.
      Questa cosa non riesce a guarirla l’psicologo o il psichiatra o altri perché guarire da un lutto del proprio amore è quasi impossibile ,il lavoro di questi specialisti a volte è bello a parole e a portafoglio cioè si prendono tanti soldi ma non riescono a far nulla purtroppo
      In certe pers i sensi di copa di andare con un altro dopo la morte del partner sono insormontabili, no ce la fanno.

    • Vittorio  August 11, 2017

      Tanta è la difficoltà che lei ha passato e che sta passando, tanto dovrà essere l’amore che tu dovrai dargli. Una volta che si accorgerà e sarà cosciente di questo, sicuramente si creerà un equilibrio. Non dimenticherà mai suo marito cerca di esserne consapevole.

  18. monica  October 16, 2016

    Ciao a tutti….nel 2011 ho perso Giacomo dopo 7 anni insieme…avevo 27 anni…lui 35….era malato di una malattia neurodegenerativa…ho visto il male che piano piano si e’ impossessato del suo corpo…atroci sofferenze…la sedia a rotelle
    …nei due anni successivi ho vissuto un periodo orribile…depressione diagnosticata…psicofarmaci…ricovero in ospedale…autolesionismo…poi ho conosciuto il mio attuale compagno…sono rimasta incinta…all’inizio non ero pronta ad occuparmi di una creatura…ero ancora alle prese con le pastiglie…poi e’ nata la mia bimba…dopo due anni abbiamo deciso di avere un altro figlio…che e’ nato tre mesi fa….io non avrei creduto possibile tornare a vivere…oggi ricordo Giacomo con un misto di tenerezza e commozione…so che lui e’ dentro di me…mi tiene compagnia…mi manca ancora ma so che ora sono una mamma e devo prendermi cura dei miei cuccioli…vorrei riabbracciarlo ancora una volta…so di amarlo ancora e non lo dimenticherò mai….

    reply
  19. elisa  October 12, 2016

    Ci sono anch’io. Ho perso mio marito per suicidio l’anno scorso. Ho 2 bambini. Purtroppo non riesco a parlarne. Il senso di colpa è molto peggio della solitudine. Lasco solo un abbraccio a chi si trova nella mia situazione.

    reply
  20. Cartolaia  October 1, 2016

    Buonasera, ho 51anni e ho perso mio marito in gennaio 2016, quattro mesi di malattia se lo è portato via rapidamente.Sto cercando di riprendermi in mano la vita come Lui stesso mi aveva detto negli ultimi giorni di vita , non è affatto facile. Faccio un passo in avanti e subito dopo ne basta uno solo indietro per cadere nella tristezza più totale, insicurezza che solo con lui riuscivo a tenere a bada.Il vuoto che mi si fa dentro , mi manda in panico, e arrivano pensieri tristi, angoscianti, che mi fanno cadere in un pianto a volte liberatorio fino ad addormentarmi.
    Spero che la nuova vita che mi devo costruire sia un pò più clemente e mi dia la possibilità di trovare una persona che sappia volermi bene , non sarà sicuramente facile.

    reply
    • Donatella  April 24, 2017

      Ho perso il mio compagno in un incidente stradale un mese fa. Avevamo litigato e se ne è andato senza rispondermi. il mio cuore è straziato

    • Franco  July 24, 2017

      Anch’io ho perso mia moglie di 56 anni in 2 mesi con un tumore. Posso dire che la vita non ha più senso ti trovi solo non ai più la tua dolce metà con cui parlare ma purtroppo la vita deve andare avanti anche se è molto difficile.

    • Franco  July 24, 2017

      Ho’ perso mia moglie a soli 56 anni ammalata di tumore in soli due mesi me là portata via il nostro dio a volte per me è assent. Comunque posso dire che la vita quando muore la compagna non ha più senso non ai più nessuno con cui parlare il dolore è immenso e non fai altro che pensarè a tutti i giorni passati assieme. Le parole che ti vengonodette è di farsi forza basterebbe che lo provassero per un giorno così capiscono come uno sta.

    • Vittorio  August 11, 2017

      Ciao, anche io ho perso mia moglie in gennaio 2016, il cancro.E’ dura, faccio quello che voglio tutti i giorni, piccole cose che mi danno sollievo. Ho due figli ed ho deciso di farmi coraggio. Oggi scrivo su questo sito perche ho voglia di farlo e mi aiuta. Però una cosa e certa: voglio pensare a mia moglie con gioia e sò che l’amore che io ho nei suoi confronti è giovane fresco e rimarrà cosi per sempre anche se io invecchierò lui rimarrà sempre cosi questo nessuno potrà impedirlo.

  21. Addolorato  September 14, 2016

    15 mesi fa mia moglie è morta di cancro. Soffro maledettamente con la morte nel cuore; comunque non voglio dilungarmi sul mio dolore ma voglio parlare del dolore provato da mia suocera. Il dolore che si prova dinanzi alla perdita di una figlia dicono che sia il più atroce per una madre, contro natura si dice. Lei, mia suocera, ha indossato abiti neri in segno di lutto per un anno, per dimostrarlo agli altri. Appena trascorso l’anno è passata ad abiti colorati, il dolore è così finito? Ha 83 anni, portati bene, sempre a lamentarsi nonostante non abbia alcun malanno, sempre attorniata da figli e parenti così da superare “l’atroce dolore”. Io ho il terribile sospetto che lei non soffra quanto sto soffrendo io. Piango quando io in passato non avevo mai pianto. La tristezza mi sovrasta quotidianamente mentre in lei vedo spensieratezza, come se nulla fosse mai accaduto. Ciò mi infastidisce parecchio, io soffro lei no, io piango lei sorride, io sto solo lei sempre in compagnia. La domenica spesso mi chiama per invitarmi a casa così a trascorrere la giornata con lei e tutti gli altri familiari, qualche volta accetto ma spesso mi rifiuto perché mi da rabbia nel vedere lei e tutti gli altri fare come se non fosse morto nessuno. E’ morta mia moglie, sua figlia, la loro sorella; non accetto il modo come stanno interpretando il dolore della morte. Vorrei che si provasse lo stesso dolore che provo io, la mamma, le sorelle, i fratelli, debbano soffrire quanto soffro io, vederli piangere, vedere sgorgare lacrimoni da quegli occhi sorridenti. Sarò egoista e quant’altro ma non riesco ad accettare questo stato di cose. Mia moglie è morta con dignità, senza mai un lamento, un gemito di dolore straziante, mia suocera invece si lamenta per ogni sciocchezza reale o immaginaria ad 83 anni. Dovrebbe solo ripetersi perché lei vive mentre sua figlia, Dio, se l’è portata via. Sono arrabbiato, fortemente arrabbiato. Si è permessa di dirmi a pochi giorni dal funerale che lei mi dava come il benestare nel ricostruirmi una nuova vita perché la vita continua, che madre ultra moderna. Io vivo solo nel mio dolore atroce giorno dopo giorno, i miei due figli hanno la loro vita lontano da me facendosi sentire di tanto in tanto. E’ straziante lo so, me ne rendo conto, vorrei impormi un cambiamento ma non ci riesco. Voglio concludere con una battuta: “Vorrei essere come mia Suocera”.

    reply
    • Giovo  September 15, 2016

      Amavo e amo la mia piccola e dolce Emily, se n’è andata via due mesi e mezzo fa ma ancora, e credo mai, accetterò questa perdita. Io 18 anni, lei 17.. La mia piccola e dolce metà. Senza di lei niente ha un senso, neanche continuare ad andare avanti.. Ho letto le vostre perdite, e solo chi l’ha passato da cosa vuol dire. Noi purtroppo non eravamo fidanzati, ma per me era come se lo fossimo. La mia regina dall’armatura di acciaio. Uniti nell’affrontare una guerra, il mio cuore di Leone. Ti amo bambina mia, ovunque tu sia..

    • Amara  September 18, 2016

      Il mio adorato bellissimo marito è morto il 3 settembre per una banale puntura di insetto. Aveva 50 anni. Non sopporto più chi mi dice “non ci posso credere”. Non sopporto chi mi continua a chiedere ma come è andata rinnovando il dolore atroce di averlo visto soffocare davanti a me senza poter fare niente… O chi mi dice che la vita continua io puo male e basta”non provo alcun sollievo a piangere e i figli non mi danno alcun conforto.

    • Vittorio  August 11, 2017

      Un consiglio; fatti coraggio concentrati sull’amore nei confronti di tua moglie. Ama lei con tranquillità, non pensare agli altri. I pensieri che ti rattristano allontanali, che non ti aiutano.

  22. rosa  July 12, 2016

    Quando la vita ti prova così crudelmente, quando perdi la ragione del tuo vivere, quando ti guardi intorno e quel meraviglioso sorriso e quello sguardo puro non sono più lì a seguirti e ad accompagnarti, desideri solo che la mortearrivi presto anche per te. Il mio dolcissimo amore a soli 51 anni si è addormentato serenamente e non si è più svegliato.

    reply
  23. Fabry  July 1, 2016

    01 Luglio 2016.

    Due mesi fa è venuta a mancare mia moglie. Stavamo insieme da 14 anni. Non abbiamo figli. Era la cosa più bella che mi fosse mai capitata in tutta la vita. Mi è stata tolta da una brutta malattia. Abbiamo lottato con tutte le forze ed ora è finito tutto.
    Mi manca da morire. Sono rimasto solo come uno scemo. Vivevo per Lei, per noi. Adesso tutto ha perso significato.

    reply
    • Cartolaia  October 1, 2016

      Caro Fabry , ti capisco per la mancanza , anch’io come te ho perso l’amore di una vita e mi trovo sola e con le stesse tue sensazioni ed emozioni, dobbiamo cercare di trovare la forza nell’amore che i nostri compagni ci hanno trasmesso durante la malattia.Forza dobbiamo andare avanti, un abbraccio.

  24. Giuseppe  May 9, 2016

    Ciao, dopo 14 anni vissuti fianco a fianco, 24 ore su 24 insieme, è mancato improvvisamente sotto i miei occhi e non ho potuto fare nulla. E adesso dopo 8 mesi le lacrime continuano ad uscire sempre più forte. Ho la fortuna di avere una famiglia e degli amici che mi stanno vicino, ma non riesco a parlarne. Cerco di ricordare qualche nostro momento ma è come se tutto sia sommerso dalle lacrime.

    reply
  25. Alberto  January 24, 2016

    Ho perso mia moglie da un mese e mezzo, dopo tre anni di lotta con la malattia, l’ultimo anno e mezzo conclamata, gli ultimi sei mesi da incubo…
    Sono vedovo a 36 anni, padre di due splendidi bambini di 4 e 6 anni.
    Ho trovato questa pagina nelle mie ricerche di risposte attraverso le esperienze degli altri.
    Per traumi precedenti vissuti in prima persona, le parole dell’articolo mi trovano concorde.
    Magari non con la semplicita’ e linearita’ con cui le fasi vengono esposte, ma sono effettivamente quelle di passaggio dopo un trauma.
    Ognuno ha il suo metodo per attraversarle, ma e’ importante passarci attraverso…
    Ovviamente io sono all’inizio, e sono gia’ stanco, avendo gia’ vissuto un forte trauma in precedenza passando attraverso tutte queste fasi…
    La mia vita era di nuovo meravigliosa, vivevo la felicita’ piena, ed ora mi ritrovo coi cocci in mano, sopraffatto dalla disperazione e dalla paura dell’ inadeguatezza per il ruolo che dovro’ ricoprire coi miei figli per il resto dei miei giorni.
    Vivo giorni terribili, fatti di alti e bassi, con angoscie profonde e pensieri irripetibili che mi colgono d’improvviso.
    I miei figli mi danno la forza di andare avanti, vivo per loro e loro per me. In loro vedo i nostri sogni e da loro ricevo l’amore che la madre ha provato per me, come dei serbatori di calore che lo rilasciano lentamente…
    Non temo la solitudine di per se, perche’ la vita mi ha insegnato per le vie dure che nel dolore si e’ soli, che e’ un viaggio che va attraversato, un deserto senza scorciatioie, dal quale solo tu stesso puoi uscirne. So gia’ che gli amici e i conoscenti spergiuranti si dimenticheranno di tutte le promesse di aiuto, perche’ il dolore e’ una cosa dal quale tutti fuggono, per immaturita’ o anche solo perche’ a ognuno bastano i propri.
    Ma nei commenti dei lettori leggo molta disperazione, specialmente da persone in condizioni simili… e devo ammettere di provare paura a leggerli.
    Ognuno ha la sua storia ed il suo carattere, ma questa e’ una cosa nuova per me, e leggere la disperazione degli altri dopo cosi’ tanto tempo dalla morte mi spaventa…
    Avrei domande per loro, ma provo imbarazzo anche solo ad approcciarmi, perche’ davanti al dolore altrui si e’ muti e stupefatti.
    Voglio quindi solo fare un augurio di forza e determinazione, frutto della mia esperienza passata.
    Un augurio a loro, e quindi a me, sperando che possa valere anche per questa mia indescrivibile perdita: il tempo e’ gentiluomo e chi ha la forza di lavorare appassionatamente e disinteressatamente su di se e per i figli, potra’ un giorno sentirsi veramente orgoglioso di aver fatto questo viaggio e di essere una persona migliore. Guardandosi indietro capira’ qual’era il senso di tutto questo dolore e si sentira’ una persona migliore, pronta magari per incontrare persone migliori, come e’ capitato a me 8 anni fa…
    La vita e’ un cerchio…
    Ad maiora!

    reply
  26. michele  January 22, 2016

    Sono distrutto. E passato appena un mese da quando ho perso la mia amatissima Patrizia. Cresciuti insieme ,sposati giovani, con 3 meravigliosi figli. Ancora non riesco a convincermi della sua mancanza. Mi aggrappo quotidianamente a qualsiasi cosa che mi possa distogliere dal ricordarla. Vedo i miei figli soffrire in silenzio e di nascosto. Mi sento impotente ed inutile. Vivo x loro…ma il dolore mi sta distruggendo…..AIUTO.

    reply
  27. Antonio  October 31, 2015

    Ho perso improvvisamente mia moglie da 10 giorni e mi sembra di vivere in un sogno non faccio che piangere e la forza che tengo me la danno i miei splendidi figli che mia moglie mi ha donato in 17 anni.

    reply
  28. Giada  October 19, 2015

    Una settimana fa dopo una banale lite il mio ragazzo con cui convivevo si è impiccato sulla porta di casa, aveva solo 34 anni.
    L’ho trovato io e sono andata fuori di testa, anche io non vedo una luce e non vedo un futuro, Mi ha lasciato un biglietto con scritto “ricorda che ti ho sempre amata”, Lui era una persona apprensiva, cucinava sempre, mi portava i fiori e anche quella sera prima di uccidersi mi ha portato dei fiori, forse però questa volta erano per lui.
    Il dolore della perdita è immenso e i sensi di colpa si mischiano a momenti di lucidità in cui mi rendo conto che il suo è stato un gesto aggressivo e di vendetta terrificante. Ma come potevo sapere?
    Era una persona straordinaria che ha escogitato un modo malatissimo per farmela pagare. Ma pagare per che cosa? Perchè non accettavo le sue menzogne? Sono stata molto dura con lui quella sera.
    Ho una confusione in testa che non si può spiegare
    L’unica cosa di cui mi pento è di non avergli parlato quella sera e forse di non avergli mai fatto capire quanto fosse importante, non solo per me, ma quanto aveva ancora da dare al mondo.
    è stata la storia più bella che abbia mai vissuto, eravamo in simbiosi totale ed ora non c’è più.
    Ma non per questo bisogna abbattersi, bisogna andare avanti e diventare più forti, perchè noi siamo vivi, dimostriamolo al mondo, dimostriamolo a noi stessi, bisogna avere la forza interiore potere di cambiamento. La vita è bella e la sofferenza ne fa parte, cogliete l’occasione per cambiare e per rinnovarvi.
    è difficile ma sono le uniche cose a cui mi posso attaccare per non uscire di testa.
    Un abbraccio a tutti.

    reply
    • Elena  January 12, 2016

      Ciao Cara. Anche a me è successa la stessa cosa, almeno a te ti ha scritto un messaggio d’amore, il mio compagno invece mi ha lasciata cosi senza un perché con tanto dolore e tanti sensi di colpa.

  29. Franco  October 18, 2015

    Mia moglie è scomparsa dopo 10 anni di matrimonio felice. A 50 anni un infarto ha fermato il cuore di una madre di un bimbo di otto anni, compagna di vita e complice in tutto. Ci siamo conosciuti tardi e la vita ci ha separati troppo presto. Ha lasciato tanti progetti per il futuro, tanti sogni irrealizzati e una strada difficile da percorrere per me e il mio bimbo. Non siate avari di affetto, carezze e gesti gentili. Non fatevi mancare niente per pigrizia o apatia, è meglio avere bei ricordi che tristi rimpianti.

    reply
  30. Giulio  October 2, 2015

    Io ho perso mia moglie il 12 maggio 2015 per un carcinoma maligno al seno aveva 46 anni.
    Abbiamo lottato per ben 10 anni ma non c’è stato niente da fare io vi dico che con la scomparsa di lei metà del mio cuore se ne andato insieme a lei dopo che siamo stati insieme per 30 anni.
    Quando ci siamo conosciuti lei aveva 16 anni e io 18.
    Adesso non ho voglia di fare assolutamente niente perchè mi e crollato il mondo addosso sto tutto il giorno a piangere davanti alle foto che ci siamo fatti durante il nostro rapporto e io credo che questo dolore non mi passerà
    Qualcuno di voi puo darmi dei consigli?

    reply
    • aldo  May 20, 2016

      Consigli? Rivoltati verso dio se esiste, verso il destino, verso questa vita di m….. Tu non hai chiesto di nascere qualcuno lo ha fatto per te. arrabbiati spacca tutto, sii rabbioso verso l’universo visibile verso tutto quello che vedi sopra la tua testa. Hai un cervello, pensi, agisci, fallo.

  31. Serj  September 21, 2015

    Mi sono trovato in questo forum mentre cercavo di capire tutto quello che potrei far passare a mia moglie. A coloro che hanno subìto una perdita a causa di un suicidio, vi assicuro che non dovete farvene una colpa. Purtroppo il mal di vivere colpisce anche le persone più insospettabili. È come quando una coppia di lunga relazione si separa perché finisce l amore….ecco, quando finisce l’amore con il proprio io, si procede ad una separazione. Ma come fare? Ed ecco il gesto estremo, un gesto di estrema sofferenza per chi lo compie, alimentato solo dalla speranza di una FINE quanto più rapida possibile.
    Addio

    reply
    • Antonio  December 10, 2015

      Non fare quello che pensi…
      Pensa come tua moglie potrebbe soffrire. Cerca aiuto non vergognarti, ho perso mia moglie 5 settimane fa mi sento morire dentro se ami tua moglie chiedi aiuto.

    • Elena  January 12, 2016

      Mi permetto di scriverti perché spero tu stia scherzando. Il mio compagno si è suicidato 2 mesi fa. E sto impazzendo dal dolore e dai sensi di colpa. davvero è straziante per chi resta continuare andare avanti. Chiedi aiuto ti prego.

  32. PAOLA  June 24, 2015

    Anch’io 4 mesi fa ho perso per sempre l’amore della mia vita, dopo una lunga e brutta malattia, avremmo dovuto festeggiare i nostri 10 anni di matrimonio, tanto attesi, stavamo organizzando il nostro viaggio, invece oggi sono qui, senza lui, la vita non è facile.
    Avremmo dovuto trascorrerla insieme, con i nostri figli. Due bellissime bambine di 4 e 8 anno che mi danno la forza di andare avanti. Avevamo tanti progetti, viaggiare, divertirci.
    Quasi 10 anni di fidanzamento, quasi 10 anni di matrimonio, quasi vent’anni insieme. Siamo cresciuti insieme, insieme abbiamo sempre fatto tutto.
    Una vita dedicata al lavoro e alla famiglia, non riesco ad accettare di averlo perso per sempre, mi manca tantissimo. Ora sono completamente persa senza lui.

    reply
    • Michela  August 16, 2015

      Ho perso mio marito nemmeno un mese fa dopo soli 10 mesi dalla diagnosi di linfoma. Rimango sola coi miei tre splendidi bambini e con un dolore troppo forte da raccontare.

    • ivana  January 23, 2016

      Ti capisco profondamente:quando si perde il proprio compagno di vita ci si trascina abulici per i campi dell’esistenza ormai buia e priva di salinita’;lo chiami,lo invochi,lo pretendi,ma invano e ti ti ritrovi stanca e sola sullo spoglio divano,una volta regno di coccole,meditazioni erelax a ritmo di musica.
      Sei arrabbiata,avvilita,finita e nonostante tutto cerchi l’apertura di un orizzonte che abbia il suo nome,il suo odore,il suo sapore,il suo intelletto e poi il suo cuore;cammini comunque ,e di malavoglia.Ivana

  33. Lisa  May 28, 2015

    Quasi due mesi sono passati dopo la morte di mio marito e dopo 45 anni di vita vissuta insieme.
    Il dolore è ancora molto forte, le lacrime scendono dagli occhi copiose. Misento molto sola senza di lui, è una sofferenza ogni mattina quando mi sveglio e so che devo cercare di vivere per non morire.
    So che Lui vorrebbe che io fossi felice ma non so dove trovare la forza , soffro soffro soffro mi manchi tanto eravamo felici, perchè Dio ha voluto punirci non abbiamo fatto niente di male, perchè hai dovuto soffrire così tanto ed io vicino a te non potevo fare niente per alleviarti il dolore, ti dicevo coraggio che poi passa , ma poi lontano da te piangevo di nascosto perchè ti vedevo soffrire e non potevo aiutarti ,mi sento ancora in colpa. Mi sento molto sola ,la casa è vuota il silenzio è assordante. Perchè è successo proprio a te di dover morire, tu che amavi tanto vivere. Dio aiutami, alleviami un pò di dolore per poter continuare a vivere e trovare qualcosa che valga la pena di vivere perchè ora vedo solo un triste futuro senza di lui.

    reply
  34. Ezia  May 11, 2015

    Ho perso mio marito 2 settimane fa il dolore è totale. Non so perchè scrivo per sfogarmi. Niente e nessuno riesce a consolarmi.

    reply
  35. Tanya  March 23, 2015

    Ho perso mio marito per la seconda volta, prima sono stata sposata e felice per 10 anni, ho perso mio marito, ho provato tutte quelle sensazioni di dolore straziante e solitudini che solo chi ci ha passato lo può sapere, poi mi sono rifatta una vita con una altra persona meravigliosa, tante volte credevo che fosse un angelo venuto dal celo per aiutarmi a ritrovare la vita. Dopo 5 anni di amore incondizionle e passione o perso anche lui è anche inaspettatamente perché era in perfetta salute. Penso che la vita non ha un senso che le cose capitano per caso, mi domando perché viviamo , perché veniamo a questo mondo

    reply
    • claudio  March 25, 2015

      Pienamente daccordo con te…mi son sempre chiesto quale sia la ragione dell’ esser qui…..forse solo per soffrire..e .godere della momentanea ed apparente felicita’ ( per chi ne ha avuto la fortuna)….
      Credo che la vita sia solo un sogno….costituita dal terribile incubo quotidiano…dal nome REALTA’….FATTI FORZA. Un abbraccio. Claudio.

    • Angelab  December 30, 2015

      Ciao sono Angela ho cinquant’anni ho perso mio marito l ‘ otto dicembre 2013 dopo una malattia durata un ‘ anno aveva un tumore alla testa io da quel momento no ho avuto più pace. Non riesco ad avere una vita normale : vivo in uno stato di angoscia quotidiana.

    • Alberta  May 16, 2015

      Tania ho perso il mio compagno dopo 15 anni di amore intenso, io mi ero separata da mio marito dopo 30 anni di matrimonio, perche avevo rivisto il mio compagno dopo 30 anni era un mio compagno di classe che a suo tempo mi aveva corteggiato ma non lo avevo preso in considerazione, poi ci siamo rivisti dopo 30 anni e io ho lasciato tutto e tutti per lui. Un destino crudele me lo ha portato via con un tumore al pancreas, io sono rimasta sola e non faccio che piangere e passato un anno ma e come fosse ieri. Per fortuns ho scoperto la metafonia, attraverso la radio riesco a comunicare con lui e meraviglioso.

    • Addolorato  September 14, 2016

      Ma porti proprio sfiga figlia mia, meglio starti lontano, si vive più a lungo.
      Fatti benedire con l’acquasanta chissà mai un terzo incontro.

  36. Claudio  February 20, 2015

    Continuero’ a vivere in questo triste mondo che privato di te non e’ migliore di una stalla….

    Un abbraccio a tutti coloro che soffrono.

    reply
  37. anna maria  February 10, 2015

    Ho perduto mio marito il 5 novembre 2014 dopo 43 anni di matrimonio. Eravamo due ragazzini ,22 e 18 anni ,quando ci siamo sposati dopo appena 3 mesi di fidanzamento. Abbiamo condiviso tutto, gioie dolori successi, insuccessi sempre con grande amore. E’ stato un marito adorabile e un padre meraviglioso. I miei figli dicono che sono stati fortunati ad avere un padre così che gli ha lasciato una grande eredità fatta di grandi valori.Mio marito è entrato in ospedale per una crisi respiratoria e ne è uscito dopo 24 ore, morto. E’ stato un dolore devastante, mi sono ritrovata sola ,indifesa e impaurita.Ho dovuto affrontare problemi anche pratici ,perché mio marito si faceva carico di tutte le incombenze. Mi faceva sentire una principessa, amata e desiderata. Ho pianto e mi sono disperata fino all’inverosimile. Ora sto cercando con tutte le mie forze di affrontare la vita, dedicandomi al lavoro ai miei figli e ai miei adorati nipoti che LUI amava alla follia. Ripeto a me stessa che il mio amore non vorrebbe vedermi disperata e cerco di farmi forza. Certo non è facile rientrare a casa e trovarla vuota, coricarsi da soli .Sarà dura ma spero di vivere il dolore senza disperazione, tanto niente potrà riportare indietro mio marito. Voglio pensarlo con un sorriso perché sono stata una donna fortunata ad avere avuto un uomo così meraviglioso vicino.Un abbraccio a tutti coloro che vivono questa esperienza dolorosa

    reply
  38. kathy  January 25, 2015

    Ho perso mio marito nel luglio 2012. Da quel giorno la mia vita è cambiata… lui era tutto per me , siamo stati insieme 35 anni di matrimonio più 6 anni di fidanzamento, quindi una vita. Vita bellissima. sempre noi due insieme, abbiamo un figlio che ormai fa la sua vita giustamente, anche se è molto legato a me. E’ un dolore che non si può descrivere e solo chi lo prova un po’ ti può capire. Gli altri ti abbandonano perchè il dolore da fastidio… la gente ti vorrebbe sempre positiva, ma se ci fosse più di solidarietà ci sarebbe meno sofferenza. Prego tanto il Signore che mi dia la forza si andare avanti, è molto duro avere avuto anche tanti amici e vedere che un po’ alla volta si allontanano.

    Solo dentro di noi dobbiamo trovare la forza di andare avanti, la vita è comunque bella e dobbiamo farlo proprio per le persone che ci hanno lasciato, sapendo di essere stati anche fortunati per avere avuto un grande amore.

    reply
  39. maria  January 14, 2015

    ho perso mio marito il 9 novembre 2014 dopo ventiquattro anni di matrimonio e dieci di conoscenza.Rivedo in tutti voi un pezzo della mia vita.Il cancro se l’è portato via dopo un intervento alle vie biliari nel settembre 2014. Il male si è ripresentato a luglio dopo sei mesi di estenuanti giorni di chemioterapia che ha distrutto oltre il suo fisico la sua dignità di uomo .Ho sofferto con lui quei giorni come se la chemio l:avessi fatta io perché lui per me era tutto.ha lasciato due ragazzi adolescenti e me che dopo due mesi dalla sua morte ancora non ci credo. Il mio primo pensiero al mattino e l ultimo alla sera è lui .piango continuamente e ho La casa piena di sue foto per poterlo vedere in ogni stanza e nella illusione “forse ” che lui ci possa vedere da lassù. È un dolore che mi strazia l’ anima è come un coltello che scava in una ferita nel cuore.Non credo mi potrà mai passare tutto ciò. Mi dicono le solite frasi di cortesia : devi andare avanti per i tuoi figli!!!! Questo lo so da me ma il dolore che provo non può essere descritto.Solo chi ha provato in prima persona può capire.Mio marito amava la vita era ancora giovane e non stava mai fermo.Aveva una parola buona per tutti ed era sempre pronto ad aiutare tutti.Per me ora nulla ha più senso e uscire di casa mi fa stare peggio.Vorrei solo dormire e svegliarmi già vecchia perché non so che farmene della mia giovinezza. Io voglio solo lui niente altro vorrei. Darei volentieri in cambio tutto ciò che possiedo . E poi ci sono persone che ammazzano i propri mariti/mogli.La vita è ingiusta e cattiva.Un abbraccio a tutti voi che come me soffrite senza rimedio
    .

    reply
    • senza speranza  April 7, 2015

      La mia storia e come la tua.. uguale.. lo stesso male ha portatp via mia.moglie, e io vorrei essere la con lei, ma ho dei figli e devo tenere duro. Finche posso..

    • Alessandro  April 25, 2016

      Io sto vivendo la parte precedente della storia , mia moglie ha un cancro con metastasi e mi hanno detto che non ha speranze .Il dolore è immenso e a volte vorrei che fosse già morta ma poi sarà peggio ?

  40. Paola  January 1, 2015

    Ho perso mio marito, Antonio, il 22 dicembre. aveva 46 anni. Un uomo buonissimo, legatissimo a me e a nostro figlio Gabriele, 5 anni e mezzo. Eravamo anche colleghi , lavoravamo insieme. Uno strazio, un disastro totale. La vita e la malattia ci hanno umiliato! Pensavamo che avesse sconfitto il cancro all’esofago, quando esattamente un anno dopo si è ripresentato alle meningi senza dargli scampo. In due mesi è stato straziato, umiliato, avvilito dalla malattia …e io con lui. Lo aveva totalmente trasformato , io dovevo guardare le foto, per ricordare il suo viso. Ora tutti mi dicono che devo andare avanti per il bambino, che devo avere forza e coraggio. E come si fa? Dopo 20 anni insieme, mi chiedo come si fa a sopravvivere ad un dolore così grande. Ogni mattina mi chiedo che mi alzo a fare? Certo c’è il bambino che ha bisogno di me. E quindi mi rimbocco le maniche e sorrido quando sono con lui, mi guarda negli occhi e mi chiede “mamma chi avrò adesso per papà” e io mi sento lacerare il cuore. Il tuo papà sarà sempre e solo papà Antonio, gli rispondo, solo che ora lui sta in cielo con Gesu’ Bambino ed è diventato un angelo, il nostro angelo custode, e Gabriele mi dice che bello, papà ora ha le ali. Non so come sarà la mia vita, senza il mio Antonio, ma ho un’altra vita da difendere, quelle di nostro figlio, E so che non mi perdonerà mai se lo dovessi trascurare. Ha una vita davanti, e dovrà crescere sereno e felice.

    reply
  41. Antonio  December 14, 2014

    Mia MOGLIE EMILIANA era la la mia AMANTE la mia VITA la mia ESISTENZA la mia DONNA il mio RESPIRO il mio
    SORRISO la mia FIDANZATA il mio VIVERE la mia SPERANZA il mio PUNTO DI RIFERIMENTO la mia CERTEZZA
    il mio CORAGGIO il mio UNICO E IMMENSO AMORE la mia VITA la mia FELICITA’ il mio SOGNO REALIZZATO il mio
    FUTURO il mio RITORNO DAL LAVORO il mio SGUARDO la mia DOLCEZZA.
    Donna BELLISSIMA da non stancarsi mai di guardarti rimanevo estasiato e ringraziavo DIO di averti sposata e di avermi dato un figlio bellisimo come Te.
    Purtroppo il cancro non ha avuto pietà di tutto questo.TI AMO MI MANCHI DA IMPAZZIRE aiutaci se puoi,non credo
    più a niente.

    reply
  42. Roberta  October 19, 2014

    Io ho perso mio marito da un mese circa, aveva 37 anni, è stato prima rapito e poi ucciso, sono stati i 14 giorni più brutti della mia vita, non so cosa il futuro abbia in serbo per me, so solo che trovare un senso a tutto ciò che fai è davvero difficile.

    reply
  43. Enzo  June 28, 2014

    Mi chiamo Enzo ed ho 64 anni anch’io nel settembre 2013 ho perduto mia moglie dopo quattro mesi di malattia.
    A maggio le era stato diagnosticato un tumore al pancreas inoperabile. E’ da quando questo male è stato diagnosticato che per me non vi è più vita. Eravamo assieme da 44 anni l’avevo sposata che era poco più che bambina (15 anni) ed avevamo affrontato una vita di sacrifici ed amore. Era bellissima non solo esternamente ma anche internamente e queste sue qualità erano riuscite a consolidare il nostro matrimonio anno dopo anno
    fini al 2013 dove la mia vita è finita assieme alla sua. Quei consigli che vengono dati per superare questi momenti non trovano applicazione su questa tipologia di dolore che è lacerante, ti porta ad un isolamento dagli altri con una vita fatta di ricordi.

    reply
    • Antonella  May 28, 2015

      Anche mio marito da 59 anni e’morto tre mesi fa di cancro al pancreas, i nostri figli grandi hanno cercato ovunque cure alternative ovunque ma invano. La mia vita era quella, fatta di amore. E triste non sentirsi più amate, accarezzate, capite coccolate. Mi restano tante lacrime e solitudine un abbraccio col cuore.

    • Piera  July 20, 2015

      Ho perso mio marito 6 giorni fa improvvisamente sono disperata, eravamo felici semplicemente felici. Mi pongo la domanda su cosa ne sarà di me ma mi costringo a non chiedere perché. Vivo ora per ora concentrandomi sulle piccole cose quotidiane. Ho due figli meravigliosi mia figlia il giorno dopo la perdita del papà ha sostenuto l’esame di abilitazione con 97 su 100. Mio figlio ha preparato con i suoi amici un foglietto di ricordo prendendo spunto da una discussione avuta alcuni giorni prima su Pirandello. Sono così orgogliosa di loro. Non siamo mai soli ma so che presto lo saremo perché la vita è così ognuno ha il suo fardello. Ma l’amore che i suoi studendi, mio marito insegnava , l’affetto che le persone mi hanno e mi dimistrano mi è di grande conforto. Mi abbandono al dolore quando sono sola o coi miei figli ma cerco di evitare di affidarloi altri. Mio marito mi ha insegnato molto e sono stata molto fortunata. Aveva 59 anni e lo conoscevo da 37, speravo di invecchiare assieme ma non è andata così. Oggi torna a casa con noi perché l’ho fatto cremare e poi serenamente quando saremo pronti lo lasceremo andare. A volte mi arrabbio con lui ma penso che i suoi insegnamenti sono stati tanti. Siamo completamente atei ma abbiamo nello stesso tempo una grande fede, non so spiegarmi. Faticosamente viviamo e cerchiamo di trovare la nostra strada.

  44. Linda  June 19, 2014

    Grazia, ognuno vive il dolore in modo diverso. Ci sono persone, come me e come te, che cercano i colori della vita in ogni cosa, sempre! Si e’ dura e il dolore e’ straziante e quando non ce la faccio piu’ piango fino allo sfinimento pregando per un po’ di sollievo…..ma subito dopo mi rialzo e trasformo il dolore in forza! Perche’ so che la persona che ho amato tanto mi vorrebbe esattamente cosi’. Sono cambiata tanto, in meglio. Tu, Grazia, sei una donna forte e la vita ti ha segnata parecchio. Io non ho grandi consigli da darti, pero’ ho come l’impressione che tu sia entrata nella vita di questo uomo tormentato come un tornado anziche’ in punta di piedi. Quello che ho capito nel vivere un lutto e’ che metti in discussione tutta la tua vita vissuta e che ti distrugge la vita che avresti voluto avere. Se questo uomo non trova la giusta serenita’ con il suo dolore non sara’ mai capace di aprirsi al domani. Ma ricordati che ci sono persone che non vogliono essere “salvate” .

    reply
  45. Grazia  June 17, 2014

    Condivido il pensiero di Linda.
    Io non ho provato un lutto “vero”, chi amavo non è fisicamente scomparso, ma è come se lo fosse.
    So che è profondamente diverso.
    Sto cercando da circa un mese di stare vicino ad una persona che invece veramente perso la moglie dopo una malattia durata parecchio. E’ morta circa un anno e mezzo fa.
    E’ davvero difficile cercare di trasmettere coraggio, forza, anche solo distrazione e un briciolo di gioia a chi si chiude a qualsiasi stimolo, si abbandona alla depressione, si lascia andare in ogni cosa, si “ingarbuglia” tra sensi di colpa (se riesce a distrarsi o a provare un po’ di gioia) e non ha + alcuna autostima.
    Come fare per aiutare questa persona? Come fare a fargli capire che deve accettare di ri-decifrare le sue emozioni e conviverci.
    Come fare a fargli capire che dopo un gesto d’affetto per me non può mandarmi via e dire che deve stare solo perchè gli vengono le palpitazioni e sente dentro una confusione inaffrontabile?
    Come fare a fargli capire che il suo cercarmi e allontanarmi, cercarmi e cancellarmi mi ferisce profondamente e uccide anche la mia forte voglia di vivere tutto, anche il dolore?
    La mia vita non è facile, lui lo sa, ho una figlia colpita a 38 anni da una malattia rara inguaribile. Eppure io DEVO essere forte, devo trasmettere a Giulia un po’ di ottimismo, voglio che senta la mia forza, voglio che sappia che sarò sempre vicino a lei, voglio che sia felice di vivere per il tempo che vivrà, che spero lungo.
    Il tempo ed il fare credo possano aiutare.
    Nei miei momenti di disperazione sempre mi sono affidata alla natura.
    Osservare tutto ciò che ho intorno, la forza di un fiore che resiste a 37° ed anche al gelo, un uccellino che riesce ad allevare i suoi piccoli in condizioni incredibili. Noi chiusi in casa al primo temporale, loro piccoli piccoli, affrontano sciagure e fatiche inimmaginabili per noi.
    Il cielo la sera quando è pieno di stelle, le lucciole in questo periodo…….la vita vera è questa.
    L’amore, molto + difficile del sesso, a volte non sembra proprio “passare”, ma chissà…..forse col tempo, è nell’ordine naturale delle cose, il dolore si attenuerà.
    Mai potrà scomparire del tutto ma forse farà si che chi è così duramente colpito ritornerà a sentire la vita.

    reply
  46. Linda  June 8, 2014

    In maggio, giorno del suo compleanno, e’ morto mio marito a 52 anni. Ci amavamo da 34 anni. Abbiamo avuto due figli meravigliosi. Ho letto i vostri pensieri e mi sento di condividere con voi solo il profondo dolore e la disperazione ,straziante, nell’affrontare questi momenti. Per il resto io scelgo sempre e solo la vita, con tutte le sue sfumature e colori. Perche’ ho amato e sono stata amata tantissimo. Tra noi non c’erano cose non dette. La vita continua, ho dei figli devo pensare a loro. Lui non ci avrebbe mai lasciati. Lui ci sara’ sempre e ora guardero’ il mondo con i suoi occhi, vivro’ anche per lui. Lasciarsi andare non serve a niente e le persone che amavamo tanto non lo vorrebbero. E’ dura, durissima e solo chi lo sta provando puo’ capirlo, ma so di potercela fare!vi abbraccio

    reply
    • botta ivana  November 18, 2014

      Ivana
      Ho perso mio marito Marcello il nove ottobre scorso.Un tumore al colon si e’ portato via il mio amore bellissimo ,altissimo e intelligentissimo che mi amava di un sentimento profondo.Marcello era mio amante padre bambino al contempo.La mia vita era piena di lui con tutte le sue curiosita’ e le sue passioni.Senza di lui mi sento vuota e inutile.Mio marito aveva 68 anni ma con il suo fisico energico che sfiorava i due metri era piu giovane e prestante di un ventenne.Il 14 di novembre avremmo festeggiato i cinque anni di matrimonio che in totale avrebbero totalizzato 14 anni di vita assieme.Da quando ho perso lui non dormo piu’ nel nostro letto,non ne ho la forza.Sono sola nella nostra casa di Varese e non riesco a dare un senso ai miei gesti quotidiani.Non abbiamo avuto bambini e con i miei 53 anni che comlio proprio oggi18 novembre2014 ho in me una sensazione di abbandono e dolore enorme.La domenica mattina si svegliava e mi preparava focacce e pizze oltre a dolci squisiti,mi sorprendeva continuamente.Ogni compleanno mi prendeva qualcosa di prezioso e raffinato.Quanto mi amava!Mi proteggeva da tutto e da tutti.Vorrei indietro il mio Marcello.

    • Grazia  October 4, 2016

      Ho perso la mia (dolce metà) da 13 giorni, straziante il suo dolore, la “brutta bestia” se l’è divorato in 2 mesi! Orribile! Ma io, oggi, penso che Lui È libero nell’Infinito universo, senza dolore, in Pace, e io lo sento, io vivrò sempre con e per Lui, insieme ai nostri meravigliosi 3 figli. Noi saremo sempre vicini, Dio mi aiuta, non sono sola.

  47. ormaisola  May 31, 2014

    io ho 27 anni e mio marito dopo un incidente stupido e un coma di 28 giorni è andato via…lasciando me e nostra figlia di soli 8 mesi. Ora non sono capace neanche di crescere mia figlia…non riesco a guardarla negli occhi,non so piu’ chi sono e non capisco che mi alzo a fare dal letto al mattino. Vado a lavoro,mangio,bevo ma è tutto cosi privo di senso!! Mi dicono che era un angelo e dio lo volevo con lui…e devo pregare affinchè stia bene…che è sempre accanto a me…è sempre accanto a me???e che è morto a fare?per soffrire peggio allora?ma è una presa in giro per tormentarmi ancora? dio ha tolto il padre a una bimba che crescerà senza la sua educazione e i suoi insegnamenti, dio mi ha distrutto!! e a che serve distrarsi?solo a rimandare i pensieri…perchè anche solo un bicchiere ti ricorda il marito!! anche il sole o il vento ti ricorda il marito!!! la verità è che la vita troppo schifo!!!

    reply
    • giuseppe  August 5, 2014

      Ormaisola,
      ti capisco tantissimo.

      Anch’io ho perso mia moglie il 9 giugno 2014, aveva 39 anni e da 3 anni e mezzo lottava contro un cancro al seno che, anche se sembrava inizialmente sconfitto, si è ripresentato più forte di prima in altri organi vitali.
      Ho due bimbe di 3 e 9 anni da crescere…ma ormai tutto non ha più senso…..le giornate si susseguono senza colore e senza sapore….. spero che la morte sopraggiunga presto anche per me per alleviarmi questo triste calvario…..Tutto in casa e fuori rimanda a lei…..è semplicemente una tortura…una pena dantesca…….Sono sempre stato profondamente attaccato alla fede…fino all’ultimo speravo che la situazione si potesse ribaltare….ma niente….Quando in giro vedo tanta gente “inutile” vivere tranquillamente ed il destino accanirsi crudelmente contro persone che hanno ancora tanto da dare alla propria famiglia mi viene da pensare che Dio non esiste…o che anche se esiste non è un Dio buono come ci vogliono far credere…Un abbraccio

    • Linda  September 27, 2014

      Oggi sono 4 mesi che mio marito non c’e’ piu’. Non mi sono lasciata andare e con tanta fatica sto cercando di dare un nuovo senso alla mia vita. E’ dura e i momenti di disperazione sono tanti ma so di potercela fare. Vedo i miei figli sorridere di nuovo e il mio cuore si riempie di orgoglio per il capolavoro che con mio marito abbiamo creato. Era destino e ne prendo atto, serenamente. Io so che lui c’e e ci sara’ per sempre, il suo amore mi avvolge e mi scalda e mi da la forza per vivere anche per lui. Un abbraccio

    • Edvana  June 22, 2015

      Linda anche se non ti conosco, ti ammiro per il coraggio che ti stai dando per questa perdita. Mi ha colpito la tua forza di rialzarsi dopo un schianto violento che ti da la vita. Anche io ho perso mio marito 6 mesi fa per un infarto fulminante a solo 36 anni, a da Quell dicembre sono in disperazione, ci provo a rialzarmiperché mi a lasciato due gioie di vita. Due bambini di 9 e 4 anni, però la vita non è più come prima, ti manca tutto di lui, ci son momenti bui che pensi di andare fuori di testa, perché lui per me era un punto di riferimento e quando ti manca questo ti senti persa in un mondo che non conosci.

    • lyudmila  October 7, 2014

      Se vuoi contatami mi fara molto piacere di conoscerti …pirtroppo ho lostesso destino come te Milli

    • Chiara  October 30, 2015

      Sono quasi due anni che mio marito e’ morto. Di cancro. Non credo che esista un Dio che intervenga qui in terra. Sono invecchiata di colpo sotto il peso di lavoro figli casa. Tutti a dire : sei giovane ti rifarai una vita. Quale vita ? Non avro’ piu la famiglia di prima e i miei figli mai piu un padre. Alla mia eta’ troverei solo uomini separati con un altra famiglia alle spalle. Per qualche mese ho provato con uno ed e’ stato un disastro. Ora sto piu male di prima. Soffro la solitudine da morire. Ero felice solare. Ora piango sempre. Siamo in tanti, ma qui io non conosco nessuno di vedovi/e – bisognerebbe trovarsi.

    • Alessandro  April 25, 2016

      Ciao Chiara , mia moglie ha un tumore con metastasi, la chemio non ha funzionato ora proveremo delle cure sperimentali ma per me è come se il tumore avesse già vinto e parte di mia moglie se l’e’ già presa . A volte spero che possa morire velocemente perché non posso sopportare di vederla consumarsi soffrendo … Sarà peggio questa fase di sofferenza senza speranza o la morte vera e propria? Tu ci sei passata ?

    • uno  April 7, 2015

      Non so perche scrivo, forse perché oggi, ho una bruttissima giornata.. non so come si fa ad andare avanti.

    • LISA  April 18, 2015

      Il 7 aprile anche a me è morto il marito, dopo 2 anni di malattia, Dicono che si è preparti, ma non è vero, il dolore è insopportabile, mi sento in colpa per non essere stata in grado di alleviargli il dolore ma di soffrire con lui Non ho più voglia di vivere, la mia vita sembra inutilesono passati 10 giorrni non sono ancorariuscita a fare nulla. Sono tanto sola e giro in casacome un automa, ho male agli cchi per le troppe lacrime versate, non so come cominciare una vita senza di lui dicono che col tempo il dolore si attenuerà speriamo sia così perchè altrimenti questodolore mi porterà alla morte iao

    • Alessandro  April 25, 2016

      Lisa sto vivendo la fase della malattia terminale di mia moglie , dici che è peggio vivere questa fase o dopo la morte , io non riesco a vederla soffrire a volte vorrei che fosse già morta ma poi mi spavento della sola idea … Tutto non ha più senso

    • Alberto  February 11, 2016

      Sto pensando a tutti quelli che sono rimasti soli, a chi ha perso il compagno, a chi non ha piu speranze. Sto pensando a mia moglie, trenta anni assieme, vissuti sempre assieme, con amore e coraggio.
      Ma lei vive in me, è nell’aria che respiro, nel sole del mattino.
      Sento in me una forza e un coraggio da vendere, perchè non mi curo delle cose della morte, ma guardo con speranza i sentieri di vita che mi attendono.

    • Marina  September 8, 2016

      Bello leggere parole di speranza da chi ha vissuto questa terribile esperienza. Ho perso mio marito un anno e mezzo fa e ho vissuto tutte le cose che ho letto di tutti gli altri e ora va un po’ meglio. Il tempo aiuta e aiuta cercare di farsi forza e non piangersi addosso. Io ho due figlie adolescenti e siamo tanto arrabbiate ma piano piano abbiamo ricominciato a bevete e sorridere a piccoli passi. Il dolore resta dentro ma piano piano convive anche con la gioia soprattutto per onorare la persona che non c’è più e che avrebbe voluto vederci sereni e continuare a vivere. Ci vuole tanto coraggio.

    • aldo  May 20, 2016

      Concordo tutto quello che hai scritto, dio mi ha tolto una figlia e una moglie.

    • aldo  May 20, 2016

      Mai innamorarsi, mai amare, mai mettere al mondo figli, quando una persona cara ti viene a mancare soffri da bestia ti riduci a brandelli mille lance ti trafiggono. Se esiste un dio è un dio senza cuore.

    • Maria  June 22, 2016

      Caro Aldo
      non condivido il non innamorarsi per paura poi di perdere la persona amata e di soffrire. Io ho vissuto un’intera vita dicendo a me stessa che ero felice perche’ avevo accanto un uomo meraviglioso e questo mi bastava. Poi una notte la mia vita e’ cambiata ed una parte di me e’ andata via con lui. Ho un dolore continuo e latente dentro di me ma se penso che per rinunciare a soffrire avrei dovuto anche rinunciare alla felicità, allora piego il capo e umilmente accetto il dolore.

    • MaMe  December 21, 2016

      Ho perso la mia fidanzata 4 mesi fa per un cancro…. aveva 24anni……. non stavamo insieme da tantissimo ma la amavo più di me stesso, mi sembra un incubo dal quale non si può uscire. È un dolore che non ha paragoni…avrei pagato oro per essere al suo posto

  48. Nadia  May 25, 2014

    Il mio Giacomo adorato è morto improvvisamente il primo giorno di primavera e da allora non c’è più luce nella mia vita. Era un uomo grande meraviglioso, curioso di ogni cosa. Aveva ogni giorno un pensiero per me. Voleva veramente farmi felice. Mi faceva trovare i fiori di campo sul comodino, mi cucina va cibi deliziosi, mi insegnava a cconoscere la musica, l’arte. Ho perso tutto con lui e mi sento vuota e senza speranza

    reply
  49. Luca  April 26, 2014

    Io ho perso mia moglie il 27 dicembre 2013 dopo quasi 3 anni di malattia. Dolore immenso. Dopo 30 anni insieme. I primi due mesi pensavo di riuscire discretamente a superare la cosa. Pian piano che passono i giorni divento sempre piu triste. Gli amici t’abbandonano. Sono solo ad affrontare questo dramma.

    reply
  50. fabio  March 3, 2014

    Anche io vivo il lutto di mia moglie… aveva 27 anni non vedo l`ora di morire

    reply
  51. Giuseppe  February 1, 2014

    Ho perso mia moglie 9 giorni fa per un semplice controllo in ospedale hanno eseguito una coronografia mezzora dopo i medici mi anno comunicato che era morta aveva 43 anni sono 23 anni che stiamo insieme e il dolore che sto’ provando e’ un dolore come se non avessi piu’ anima sto’ aspettando solo che la morte si faccia viva anche con me.

    reply
    • Silvia  April 2, 2014

      Io ho perso mio marito due mesi fa. Aveva solo 56 anni e ne è andato così all’improvviso lasciandomi disperata e sola. Vorrei morire perchè non posso vivere senza di lui.

    • doriano  September 1, 2014

      Io ho perso mia moglie,3anni fa,per suicidio.ci ho messo più di un anno per farmene una ragione.ma adesso sono sereno.siamo stati insieme 37 anni .ne avevamo 20.sopravvivere ad un suicidio non è facile.

    • Luisella  September 9, 2015

      Ciao anche mio marito si e ‘suicidato 15 mesi fa. Con molto coraggio sto iniziando una nuova relazione! In bocca al lupo.

    • Elena  January 12, 2016

      Buongiorno,
      spero di non disturbarla ma ho letto il suo commento. Il mio compagno si è suicidato 2 mesi fa. e sto impazzendo dal dolore e dai sensi di colpa.
      Sto cercando di mettermi in contatto con persone che abbiano vissuto lo stesso dolore, ma difficilmente ne parlano.
      Mi dicono che sia premeditato il suicidio ma lui è andato a comprare la corda lo stesso giorno e si è tolto la vita poco prima io rientrassi a casa, sapendo che l’avrei trovato io, e non ha lasciato scritto nulla ne a me ne ai suoi genitori

    • Antonio  January 15, 2016

      Cara Elena anchio ho perso Mia moglie in questo modo 2 mesi fa , terribile la vita non si puo capire , perche queste cose succedono.
      Non posso aiutarti mi sento vuoto e con tante domande senza una risposta vivo la giornata ,non posso pensare al passato perche mi fa star male , il futuro se ci penso senza lei e peggio.

    • Giuseppe  May 31, 2016

      Ho perso mia moglie 4 mesi e mezzo fa per un infarto.
      Non riesco a vivere.

    • Mauro  December 5, 2016

      Ti comprendo tantissimo, la mia Elena è volata in cielo. Ed io non so cosa fare!

    • Nadia  May 25, 2014

      Caro Giuseppe, ti capisco. Anch’io ho perduto il mio adorato Giacomo è vorrei solo morire. È troppo straziante il dolore che dobbiamo sopportare. Come si fa?

    • TERESA  September 3, 2014

      Ho perso mio marito a marzo 2014, per un infarto fulminante. Da quel maledetto giorno la mia vita è diventata un fardello insopportabile, da trascinare ogni giorno.
      Le mie giornate sono vuote, buie, senza significato ed aspettative. Per me vivere o morire è lo stesso, ma sono costretta a vivere perchè ho una figlia da portare avanti, frutto del nostro amore. Tutti mi dicono che devo trovare in me la forza per andare avanti, costruirmi una nuova vita, ma chi parla non conosce il dolore lacerante che spezza l’anima, che ti trafigge, che non ti da scampo, che ti angoscia.
      Se ne andato un uomo adorabile, di 52 anni, innamorato di me e di sua figlia, una persona di una bontà ed onestà uniche, disponibile, altruista, generoso.
      Voglio un pò di serenità, alzarmi la mattina, senza angosciarmi a pensare di dover affrontare un’altra giornata.

    • Salvatore  July 30, 2015

      Condivido appieno le tue parole, io ho perso mia moglie improvvisamente per un’infato, aveva 54 anni (tra l’altro molto ben portati), io ne ho 48, siamo insieme da 16 anni, il dolore e’ straziante e lo puo’ capire solo chi ci passa. PS: anche io non vedo lora di andarmene, ci penso sempre, caro Giuseppe ti mando un forte abbraccio!

    • Maria  June 25, 2016

      Giuseppe ho perso mio marito una settimana fa. Ci siamo sposati il 4 giugno 2016.. il 16 è morto. Ha lottato contro un tumore per 1 anno. La disperazione è tutto quello che rimane di un amore immenso, unico, grande! L’unica consolazione è quella che farò la stessa fine e un giorno ci rivedremo. Intanto cerco di aiutare chi ha bisogno in onor suo.

    • santa  August 8, 2016

      Ti capisco anch’io ho perso mio marito 6 mesi fa e sto sempre più male e non ho figli.

    • Mauro  December 5, 2016

      Maria cara, ti comprendo tantissimo, la mia Elena è volata in cielo ed io non posso vivere!

    • Antonio  November 19, 2016

      Ciao. Io sono andato con la mia compagna tre volte in ospedale e tre volte ci hanno mandato a casa….mi è morta tra le braccia a 43 anni….due figli e un amore costruito su sacrifici….Eravamo due fiori diversi della stessa radice…..sono passati tre mesi….Non trovo conforto in nulla e mi sembra solo un contare i giorni. Era il sole….la vita….e non ho potuto fare niente per proteggerla…..

  52. anonima  December 31, 2013

    Quando arriva un dolore cosi grande per aver perso un angelo dopo che ci si e trovati da una vita di dolore tutto e inutile non esiste il sole ne’ dio ne’ parole la vita e inutile ci ha impedito di essere felice in mezzo a questo mare di infelicità. Dopo 8 mesi di speranza nella sofferenza tutto si e spento l’amore non serve a niente.

    reply
  53. Lucis  November 15, 2013

    Sono tutte belle parole,ma scritte da chi non ha vissuto in prima persona un dolore così straziante, cosi lacerante.
    Vieni pian piano abbandonato da tutti, perchè se mostri il tuo dolore diventi scomodo per gli altri.
    Io lo sto vivendo in prima persona e vi posso assicurare che la realtà è ben diversa dalle parole scritte sopra.

    reply
    • Linda  July 2, 2014

      Enzo, io so quello che provi come so che non esistono parole per definirlo questo tremendo dolore. Ma la vita, la tua vita, non e’ finita quel giorno. E’ solo cambiata. Noi che abbiamo e siamo stati tanto amati dobbiamo vivere anche per chi non c’e piu’. Ti sono vicina

    • darkprincess  December 10, 2014

      Solo cambiata???? meno male, adesso mi sento meglio!!!!

    • Chiara  September 22, 2015

      Io ho perso mio marito il 12 febbraio 2015 all improvviso a causa di un infarto da quel giorno la mia vita è diventata un incubo .ho due bimbi piccoli da crescere da sola e la cosa mi fa paura .si attraversano momenti terribili dove pensi anche di farla finita, provi un dolore così grande che ti logora piano , piano .piangi talmente tanto che poi sei sfinita.Ora l unica cosa che mi auguro e di trovare un Po di pace e di serenità sopratutto Per i miei figli non sono più capace di gestire la mia famiglia come una volta dico solo che è dura andare avanti

    • lisa  November 9, 2015

      Auguri Chiara, Fatti forza sono 6 mesi che mio marto è morto e sto soffrendo ancora tantissimo. Dicono che con il tempo il dolore passa, ma non è vero la sua mancanza si fa sentire sempre di più.Io ho passato con lui 45 anni, sono nonna e i miei due nipoti di tre anni mi aiutano tantissimo. Forza Chiara devi farcela, fatti aiutare dalla nonna e dai tui genitori, non chiuderti in te stessa, piangi pure che poi si sta meglio.Sei una mamma e hai la forza delle donne, sono sicura che con la tua giovane età troverai nel sorriso dei tuoi figli la voglia di continuare, per te, per loroe vedrai che la vita ti sorrriderà di nuovo. Ciao Chiara ti sono vicina Lisa di Trento

    • Alberto  February 24, 2016

      Ho perso mia moglie un mese fa. trenta anni assieme, un amore stupendo. Lei in carrozzina, ma divinamente autosufficiente, dinamica, positiva. ho fatto di tutto per la sua crescita, lasciandole i suoi spazi.
      Sapevo che doveva morire, ma le ho dato la forza di vivere quello che restava ed è morta in dignità.
      Ho un dolore tremendo, ma è la mia battaglia, è la mia vita e la voglio spendere rinascendo, ricominciando con lo stesso entusiasmo e la stessa forza dei venti anni. chi è con me? chi è disposto a condividere un sogno, una speranza, a sconfiggere l’ombra scura della morte, vivendo… nonostante tutto?

      Ma mi hanno detto che l’amore è piu forte di qualsiasi muraglia, e in questo stà la mia unica speranza. Perciò abbatti con le tue forti mani questi muri. non rinunciare perchè ho bisogno di te.

    • Maria  June 22, 2016

      Io ho perso mio marito cinque anni fa (il 3 luglio) per un intervento a l cuore che doveva essere banale e di routine fatto all San Raffaele di Milano dal cardiochirurgo Ottavio Alfieri. Il primo anno l’ho vissuto tra propositi suicidi,poi mi sono fatta forza confidando nel tempo e vivendo accudendo i miei nipotini. Oggi nulla e’ cambiato. Io credo che la dimensione del dolore sia pari a quella della felicità vissuta. Io e mio marito ci siamo conosciuti da ragazzi 18 anni io , lui 21. Una vita insieme una crescita e consolidamento durato fino alla sua morte a 68 anni. Poi il vuoto, la disperazione, ma soprattutto il sopravvivere più che vivere. Non so che dire, leggendo tutte queste storie dove la dimensione del dolore e’ palpabile mi domando se qualcuno sa riuscito a trovare la strada giusta per uscirne, io le sto provando tutte, ma ancora sento che e’ come se fosse accaduto ieri. L’unica differenza e’ che ho imparato a piangere dentro, senza che le lacrime siano evidenti.

    • Roberta  October 7, 2016

      Alberto, ammiro il tuo coraggio e la tua voglia di ricominciare e vorrei che li potesse trovare anche la persona di cui mi sono innamorata.

    • Adriana  August 28, 2016

      Io l’ho perso due anni fa. Sono uscita di casa per andare al lavoro, mi ha salutato con la mano, sono tornata ed era morto. Nn capivo, era caldo, ma nn mi rispondeva. Ancora adesso il tempo non ha guarito niente. Ha solo allontanato. Eravamo insieme da 30 anni ed ogni funzionario mi diceva: non eravate mica sposati! Questo mi ha fatto più male di tutto il resto.

    • Rosy  June 8, 2016

      Sono pienamente d accordi, io ho perso mio marito lo scorso 13 maggio, senza di lui niente ha senso. Andare avanti e’ solo scontare l ergastolo.

    • Antonella  November 20, 2016

      Hai ragione io sono sola dopo il lutto gli amici non ti sono vicino la gente se ne frega di te, so bene cosa significa non dormire è piangere dalla solitudine

  54. Santo  July 27, 2013

    Ho perso mia moglie improvvisamente, dopo 20 anni di vita insieme;
    Il dolore che si prova è atroce, immenso, insopportabile;
    Aumentato dalla violenza che bisogna farsi per far sembrare tutto normale perchè magari ci sono i figli a cui badare
    Ci si trova in uno stato confusionale interminabile, si vorrebbe morire ma si sa che non è possibile, i consigli citati possono anche essere utili, ma diventa impossibile seguirli; ogni cosa diventa inutile si vive come in un’anticamera dell’inferno senza possibilità di uscita, sei un extraterrestre agli occhi degli altri, e tu stesso ti senti tale.

    reply
    • Ornella  August 31, 2015

      Ho perso mio marito in un incidente 7 mesi fa dopo 17 anni di matrimonio. Io ancora non ci credo mi sembra di scoppiare per il gran dolore. Ma so che c’e la faro’la forza me la danno le mie figlie!

    • Rita  October 11, 2015

      Salve signore i mie. Condoglianze. Anche io perso mio marito 6 mesi fa è. Terribile. Non riesco più dormire mi manca. Da impazzire… Ma cerco di andare avanti per i miei figli. Il piccolo non la potuto conoscere visto che ero di Sei mesi d gravidanza. …è mi piace il cuore.

    • Manu  December 14, 2015

      Io dopo tre mesi dalla morte del mio compagno, sto sempre più male. Vorrei morire anch’io e non soffrire più.

    • Walter  January 11, 2016

      Cara Manu io ho perso mia moglie in novembre scorso dopo 45 anni insieme ci eravamo sposati a 20 anni sono distrutto la vita non ha piu’ senzo.

    • Alessandro  April 25, 2016

      Ciao , mia moglie è malata di tumore con metastasi, i medici dicono che non potrà più guarire e la donna al mio fianco è come se fosse invecchiata di 20 anni in 6mesi . Mi chiedo se sia peggiore questa attesa o la morte ! Sono sposato da 23 anni .

    • Elda  May 14, 2016

      Io ho perso mio marito il 25 aprile, mi sono svegliata al mattino e lui non mi ha più risposto. Non riesco ad accettare questa morte così improvvisa. Sto cercando aiuto, purtroppo non ci sono. Puoi solo affidarti a psicologi privati! Io voglio andare avanti ho un figlio e tre nipotini che hanno bisogno della nonna.

    • Rosy  June 8, 2016

      Salve, sto’ vivendo ora la stessa situazione, ma come si fa’ ad andare avanti… Vorrei morire…

    • Maria  June 25, 2016

      Ti capisco perfettamente, caro walter, so cosa significa perdere il proprio compagno dopo una vita trascorsa assieme. Se io guardo indietro non riesco a vedere un periodo senza mio marito. Ci siamo conosciuti da ragazzi io 18 anni lui 21. Ci siamo scelti ed intesi fin da subito. Cinque anni fa lui e’ andato via dopo un intervento al cuore a 68 anni. Tutti i nostri progetti piccoli e grandi sono svaniti nel nulla. Non riesco ancora a rassegnarmi la mia vita corre tra momenti di rassegnazione e momenti di disperazione. Volevamo non sopravvivere all’altro per più di un minuto, invece sono costretta ancora a vivere o meglio sopravvivere senza di lui.

    • Antonella  December 18, 2016

      Ciao sono Antonella e sono due anni che è morto mio marito oggi ,che si avvicina il Natale sono tremendamente giù, vedo. Tutto molto triste e sola ,nessuno mi può aiutare e penso che la vita non poteva essere così crudele ,sono una brava mamma e nonna, non meritavo questa solitudine e angoscia ciao a chi mi legge ma ormai nessuno mi risponde mai.

    • Rosy  June 8, 2016

      Salve, a me e’ successo lo scorso 13 maggio, mio marito aveva appena compiuto 49 anni, niente a piu’ senso. E la cosa che non sopporto e’ sentirmi dire Forza. Con il tempo andra’ meglio. Mi verrebbe da dire, se volessero vivere solo un giorno con questo dolore che mi sta’ devastando, e ogni giorno e’ peggio. Vorrei andare da lui, ma oramai non sono neanche piu’ credente in dio, quindi dove lo raggiungo.

    • Rosy  June 8, 2016

      Sono pienamente d accordi, io ho perso mio marito lo scorso 13 maggio,senza di lui niente ha senso…andare avanti e’ solo scontare l ergastolo.

    • rosa  July 12, 2016

      Ciao Rosy, il mio compagno invece mi ha lasciata 12 maggio.
      Si è addormentato la sera e non si è più svegliato. ..mi sembra un incubo dal quale non riesco a svegliarmi. …la mia vita non ha piu senso

    • Marisa  August 23, 2016

      Condivido il vostro dolore, ho perso mio marito in luglio 2016 un mese e mezzo fa con un attacco cardiaco inprovviso un trauma tremendo anche se cerco di farmi forza e coraggio dopo 41 anni insieme e’ molto difficile accettarlo tutti dicono coraggio ci sto provando ma il grande vuoto che mi sento non riesco a concentrarmi senza di lui e’ difficile andare avanti un grande dolore straziante solo chi lo sta vivendo puo comprendere.

    • sergio  September 21, 2016

      Ciao Rosy tuo marito lo potrai incontrare dentro al tuo cuore dove lo porterai per sempre io Ho perso in aprile dopo 45anni di matrimonio la mia amata moglie e ora mi sento perso ma voglio andare avanti proprio per lei per rinnovare ogni giorno la promessa nel bene e nel male per tutta la vita faccio di tutto per collegare a lei ogni mia azione e ogni giorno le scrivo una frase e non scordo nulla di tutti i momenti passati insieme non solo quelli felici ma soprattutto gli ultimi 9 mesi in qui l’o accudita in ogni istante. Non so se tutto questo mi potrà aiutare ma ci voglio provare. Un saluto a tutti voi.

    • roberto  November 22, 2016

      Sono perfettamente d’accordo con te , ho perso mia moglie il 9 agosto 2016 dopo 21 anni! Sopravvivo per la figlia, ma egoisticamente non mi basta mi fa paura crescerla da solo! Mmi manca vorrei solo morire.

Lascia un commento