5 consigli per un rapporto felice

Al giorno d’oggi è difficile costruire un rapporto stabile e felice ma non è impossibile.

Le relazioni si spezzano quotidianamente per problemi che non dovrebbe affatto esserci.
Una ragione è l’emancipazione femminile. Questo non è un fattore negativo, ma storico.

Un tempo le donne dovevano sottostare agli uomini, a causa del loro status sociale e subordinato alla condizione di inferiorità fisica.  Le obiezioni da parte delle donne potevano anche significare la morte.
Oggi, le donne vogliono la parità dei diritti, in modo che le opinioni diverse in quasi tutte le sfere della vita si incontrino.  Ecco alcuni semplici e anche più difficili consigli sul come si può costruire un rapporto felice a dispetto dell’ emancipazione.

Consiglio 1: un programma condiviso

Un rapporto felice inizia quando si ama e si adora il proprio partner. Ciò significa prendersi cura del partner e rispettare le scadenze altrui. Spesso si comunica troppo poco e vengono a mancare informazioni importanti.  E’ possibile creare un calendario o un piano in cui andranno ad inserire tutti gli appuntamenti e le date importanti. Il vantaggio è  soprattutto il fatto che non servirà necessariamente comunicare per ottenere  informazioni, a parte avere un confronto diretto se le date si sovrappongono o meno. Ulteriore piccolo consiglio: è sufficiente segnare nel calendario anche il vostro anniversario di matrimonio e qualsiasi altro avvenimento  importante. Se ci sono problemi, o qualcosa non funziona, è possibile parlarne direttamente con il/la tuo/a partner.

Consiglio 2: Comunicare

Sulla base del consiglio 1, vale cosa è stato già detto: è importante comunicare. Ci sarà sempre un partner che parla meno rispetto all’altro. Non siamo tutti uguali! E’importante non pensare subito che si debba accettare l’altro così com’è perché questo è vero solo in parte. E’ importante che si accetti il proprio partner. Quando si hanno difficoltà di comunicazione, si consiglia di parlare ogni sera  solo per 10 – 15 minuti,  senza televisione o altri mezzi.  Il grande vantaggio è dato dal fatto che si può parlare per 10 minuti senza far male a nessuno e andare a fare una passeggiata durante i momenti più stressanti.
Per un consiglio del genere, tuttavia, dipende dalle due persone. Anche il partner deve poi accettare quando il tempo è scaduto e si vuole fare poi qualcos’altro.

E così arriviamo al consiglio numero 3.

Consiglio 3: Un’impresa comune

Tutti lo sanno: un rapporto si indebolisce con il tempo se non si trova immediatamente il partner ideale. Il miglior trucco è, come spesso si sente dire, fare sempre qualcosa insieme. Tuttavia, questo non viene seguito spesso. E’ importante fare anche cose che non piacciono. Anche qui riportiamo un elenco generale. Questo elenco è suddiviso in quattro segmenti. Segmento uno e due sono due colonne in cui vanno scritte le cose semplici, che rendono felici. Il segmento tre e il segmento quattro serviranno come contrario. Qui, si devono scrivere le cose che non si vorrebbero mai fare.
Limitare il segmento 3 e 4 al 10-20% delle attività. Cioè significa che chi raggiunge 10 punti positivi, avrà solo il 10% negativo e appena 20% due. Questo evita che tu metta tutto nell’elenco a destra, quindi quello che non vuoi fare, cosa il tuo partner ha scritto di positivo. In seguito continuate a lavorare a questa lista a turni così che possiate entrambi assumervi le vostre responsabilità. Lo scopo della lista è quello di trovare similarità e differenze e scoprire cosa piace al tuo partner e quello che non è funzionato fino ad ora. Così potrai non solo imparare ma anche fare importanti esperienze insieme.

Consiglio 4: Essere gentili con il partner

E’ importante essere gentili con il partner anche se il più delle volte questo viene sottovalutato. Accade spesso che quando le coppie escono insieme si lanciano un sacco di frecciatine per infastidirsi l’un l’altro. Queste battute sono piccole ma letali per la vostra relazione. L’intento è in realtà quello di dire cose al partner in un luogo pubblico senza creare una scenata. Ciò può essere gestito facilmente: la difesa migliore è rispondere con battute e frasi ironiche !

Consiglio 5: Lavori domestici

A nessuno piace fare i lavori domestici soprattutto quando si lavora entrambi. Ma ancora oggi è la donna che deve fare tutto da sola. Questo non va affatto bene ed è spesso causa di litigi. Anche qui consigliamo di fare una lista della divisione dei compiti. Prima di tutto ricordatevi che lo fate per voi stessi, per l’ambiente in cui vivete. Quando per esempio tu, marito, devi passare l’aspirapolvere una volta a settimana, fare il bucato e stendere i panni, allora tu, moglie, devi stirare e pulire i pavimenti una volta a settimana. In questo modo non avrete solo una casa pulita ma anche una relazione pacifica. La cosa migliore sarebbe fare i lavori domestici contemporaneamente cosi che uno non sta seduto a guardare mentre l’altro lavora.
Questi consigli naturalmente non garantiscono un rapporto felice ma hanno aiutato molte coppie. Il consiglio più importante è: solo se lo sforzo sarà comune la vostra relazione potrà funzionare.

E quali sono i tuoi consigli di coppia? Lascia un commento a questo articolo!

 

Lascia un commento