Quando presentare il partner ai propri genitori?

Il partner e i genitori – il momento perfetto per fare presentazioni

Non esiste il momento adatto in cui dovresti presentare il tuo nuovo partner ai genitori.
Ci sono dei segnali che indicano quando è arrivato il momento.
Incontrare un nuovo amore è bellissimo: ti senti sempre felice, ridi più facilmente e il tuo umore è positivo. Da aggiungere a tutto questo, le conversazioni familiari.
I baci, le coccole, il sesso e semplicemente lo stare insieme sono tutti segnali distintivi di due amanti.

Presentarlo/la subito ai genitori?

E‘ sicuramente meglio non presentare il nuovo partner ai genitori quando il vostro rapporto è ancora agli inizi perché esso non è ancora stabile. Forse avrete già trascorso alcuni giorni insieme, o anche un paio di notti. Ma lo conosci in modo approfondito? Purtroppo, ancora no. E’ per questo che entrambi dovreste godervi questo momento fino in fondo.

Un rapporto serio non può mai svilupparsi in due giorni o in un paio settimane. Certo, esistono delle eccezioni ma sono molto rare. Ricordati dei sentimenti che provi per il tuo nuovo partner, vivi di questo.
Come accennato in precedenza può arrivare il momento di fare una visita ai genitori ma ogni rapporto è diverso. Naturalmente dipende anche dalla vicinanza dei vostri genitori. Se vivono in un’altra città sarà più difficile e se entrambi decidete di visitarli molto probabilmente dovrete passare la notte da loro.

Genitori riservati

Con il passare del tempo ti rendi conto che hai molte cose in comune con l’altro. I tuoi genitori faranno di tutto per accoglierlo ma la tua famiglia è molto privata e di certo non crede solo ad una relazione a breve termine. Cerca di stare molto attento con le reazioni della tua famiglia. Ci sono un sacco di segreti e di cose che potrebbero non piacere. Parla al tuo partner e cerca di conoscerlo meglio; quali sono i suoi segreti, i suoi desideri e i suoi sogni. E soprattutto cosa ne pensa del vostro rapporto?

Una relazione poco impegnativa

Un altro fattore è la tua personalità: hai avuto altre esperienze a breve o a lungo termine? Se hai avuto tanti rapporti a breve termine dovresti prenderti più tempo. Insomma, quello che vuoi è che tua madre e tuo padre prendano sul serio il tuo partner. Lo accetteranno meglio se lo presenterai mostrandoti interessato al 100%. I tuoi non dovrebbero curarsi se si tratta di un rapporto a breve termine o di una cosa più impegnativa. Almeno fino a quando non si accorgeranno che fai sul serio.

Come si capisce che fai sul serio?

All’inizio di un rapporto è tutto rose e fiori. I ‘ti amo’ vengono pronunciati quasi ogni giorno, se non ogni ora. Ma non è possibile prevedere se queste parole continueranno ad essere pronunciate, solo il tempo potrà dirlo. Di solito, i sentimenti e le espressioni di amore sono pronti a svanire dopo poche settimane. Il messaggino “penso a te” o le e-mail avvengono solo a intervalli irregolari. Il tutto comincia ad essere normale. Ed è questa normalità che è importante. Solo a questo punto si può vedere veramente quanto è importante il vostro rapporto.
Il fatto che il tuo partner non ti invia più 50 o 100 messaggi di testo ogni ora o che ti dice che ti ama è del tutto normale. Una tale ‘riduzione’ non deve significare che lui non prova più qualcosa per te. Al contrario siete entrati nella fase seria del vostro rapporto in cui potete decidere insieme del vostro futuro.
Dopo diversi mesi è possibile fare un primo riassunto del vostro rapporto . Inoltre, ti dovresti chiedere quali emozioni associ al partner. Puoi immaginare una vita con lui/lei?

E’ molto utile trascorrere qualche giorno separati. Conta i giorni in cui non vi siete incontrati. Le cifre mostrano chiaramente i tuoi sentimenti e anche quelli dell’altra persona. Ci sono segni di serietà del rapporto. Potete iniziare a pianificare la vostra vita comune: è il momento di presentare il partner ai tuoi. Certamente ci sono alcune informazioni che io tuoi dovrebbero sapere quasi automaticamente.

Tuttavia ci dovrebbe essere un certo rituale. Non nominare Il partner per la prima volta per telefono o via mail. Questo dovrebbe sempre avere un carattere ufficiale, in cui tutte le parti interessate a conoscere vengono a sapere. Quindi chiedi a lui/lei se vuole davvero conoscere la tua famiglia. Puoi presentarlo/la a tuo fratello o sorella in qualsiasi momento, ovviamente, poiché sarà più informale.

Eventi su cui farsi un‘idea

Indipendentemente dalla durata della tua precedente relazione dovresti avere già un’idea riguardo ai seguenti eventi.

  • Convivenza
  • Fidanzamento
  • Matrimonio
  • Gravidanza

La gravidanza può verificarsi anche con le migliori misure di prevenzione. Non importa da quanto tempo state insieme . In tal caso, il partner deve essere necessariamente presentato ai genitori ed essere coinvolti nella famiglia. Prima di fare presentazioni sarebbe meglio fare progetti concreti su come costruire il vostro futuro con il bambino (anche finanziariamente). Così che la prima presentazione sarà un successo.

Conclusioni

Non avere fretta, non precipitare mai le cose! Tutto arriva con il tempo. Lascia che venga il tuo tempo! Immaginare è un must, ma solo se si è davvero sicuri con la nuova relazione. Il primo appuntamento è sempre una situazione molto delicata e dipende da tanti fattori.
Trascorri il tuo tempo insieme al tuo lui o alla tua lei: Godetevi il vostro tempo insieme. Cerca di conoscerlo/la, di esplorare i segreti reciproci, i desideri e le aspirazioni.

Nel corso delle prossime settimane o dei prossimi mesi riuscirai a capire più facilmente se il vostro rapporto continuerà in futuro. Solo a questo punto arriverà il momento giusto per presentare il partner alla tua famiglia. Ricordati che il primo incontro ha un carattere ufficiale. Entrambi i tuoi genitori e il tuo partner saranno nervosi. Semplici pensierini come fiori e regali di piccole dimensioni (dei cioccolatini o un libro) sono la scelta più giusta. Naturalmente non si dovrebbe fare un regalo costoso, si rischierebbe di voler apparire ai loro occhi.
E la nostra esperienza dimostra che se i tuoi genitori ti vogliono davvero bene, allora vorranno bene anche al tuo lui o alla tua lei.

 

Lascia un commento